Dennis cerca di convincere gli investitori cinesi

Dennis cerca di convincere gli investitori cinesi

La McLaren cerca la stabilità economica, prima che arrivi la Honda con il motore per il 2015

Cosa ci faceva una delegazione di cinesi alla McLaren la scorsa settimana? Ron Dennis in persona avrebbe accompagnato gli ospiti di riguardo nella visita del Technology Centre lasciando a bocca spalancata gli asiatici interessati a investire in Gran Bretagna. Il vecchio titolare della squadra di Woking, infatti, deve passare all’azione per dare stabilità ad un team che è stato rinfrancato dal quarto posto ottenuto da Jenson Button nel Gp del Canada. Il team sta vivendo una fase molto delicata della sua storia, per cui Ron Dennis non deve sbagliare le strategie per riportare il marchio fra i top team della Formula 1. Il fatto che la McLaren Automotive abbia chiuso il primo bilancio in attivo dei suoi quattro anni di storia, alleggerisce il Reparto Corse nel dover sostenere la fabbrica del prodotto di serie con il 10% del proprio budget. Una buona notizia, visto che il main sponsor che doveva prendere il posto della Vodafone non è arrivato e le pance della MP4-29 vengono vendute Gp per Gp a investitori diversi. La McLaren sta chiudendo il ciclo con il motore Mercedes e dal prossimo anno passerà alla power unit Honda: la Casa giapponese è pronta a investire pesantemente per il suo rientro in Formula 1, dal momento che vuole rinverdire la tradizione dei titoli mondiali vinti a cavallo degli Anni ’80 e ’90 proprio con Ron Dennis, ma non ha alcuna intenzione di fare “beneficienza”. Chi parla con i nipponici sta cogliendo una certa irritazione del motorista: la squadra di Woking, infatti, avrebbe varato la realizzazione di una monoposto ibrida pensata apposta per il primo V6 Turbo della Honda. L’intenzione è di far girare questa macchina agli ultimi test programmati dopo il Gp di Abu Dhabi sulla pista di Yas Marina. Si tratta di un progetto che prevede la trasformazione dell’attuale MP4-29 per adattarla alla power unit nipponica che sta già girando al banco al nuovo centro ricerche della Honda e non ha niente a che fare con la vettura che correrà nel 2015, il cui progetto è stato iniziato dall’equipe di Tim Goss. Peccato che quando i giapponesi si sono visti recapitare il preventivo per la realizzazione della monoposto ibrida, abbiano giudicato i costi fuori dal mercato, rispedendo il documento al mittente e chiedendo una pesante revisione delle spese. Ron Dennis si è agitato, percependo il nervosismo dei partner tecnici. E non è casuale che sia stata proprio la McLaren a smentire un interesse della Honda ad acquistare alcune quote della squadra per sostenere il team: il colosso di Wako è in grado di esprimere autonomamente una propria opinione, senza dover stare alla dettatura di Woking. In realtà Ron vorrebbe mantenere il controllo della compagnia: pare che proprio per questo avrebbe invitato gli investitori di un fondo d’investimento cinese a visitare la modernissima sede del Technical Centre, dopo averli incontrati nell’inverno durante il viaggio in Oriente svolto al seguito del primo Ministro inglese, David Cameron. Percepisce una certa irritazione della Honda che ha capito di aver di fronte una squadra che non è più quella che stava dominando la scena ai tempi di Ayrton Senna e Alain Prost e teme possibili reazioni dell’Honda R&D che al secondo anno potrebbe dare la sua power unit ad un’altra squadra. C’è chi giura ci siamo dei contatti preliminari con la Red Bull per il 2016. Un rischio troppo grosso di vedere orientare su un altro top team l’interesse della Casa jap, ripetendo un’operazione che aveva spiazzato la McLaren a favore della Williams negli Anni ’90… Dennis, infatti, ha forzato sulla Red Bull Racing per liberare il capo degli aerodinamici Peter Prodromou, in cambio di Dan Fallows che ha preferito restare a Milton Keynes al fianco di Adrian Newey. Ha bisogno di dare il segno che ci sarà un’inversione tecnica con un nome importante da spendere. Gli investitori cinesi sono la chiave di volta per mantenere l’autonomia della McLaren dalle iniziali voglie di espansione della Honda, pronta a portare anche uno sponsor importante a sostegno della partnership tecnica. Queste settimane saranno cruciali per il futuro di Woking…
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Jenson Button , Kevin Magnussen
Articolo di tipo Ultime notizie