Chester: "La Lotus E22 si vedrà solo in Bahrein"

Il direttore tecnico ufficializza che il team salta i test di Jerez. Intanto si dimette il CEO, Patrick Louis

Chester:
Arrivano le prime conferme alle nostre anticipazioni sulla Lotus: Patrick Louis, CEO della squadra di Enstone si è dimesso oggi dal ruolo, per assumere un altro incarico all’interno della Genii Capital Automotive, proiettata a delle acquisizioni di marchi (si parla con insistenza della De Tomaso) se Gerard Lopez riuscirà a gestire la graduale uscita dal team di Formula 1. Il posto del manager transalpino verrà preso da Matthew Carter. Intanto, Nick Chester, direttore tecnico della squadra dopo l’uscita di James Allison, ufficializza in un comunicato stampa il fatto che la E22 salterà la prima sessione di test collettivi che inizierà a Jerez il 28 gennaio, scegliendo di debuttare in Bahrein. La nuova monoposto, quindi, sarà l’ultima a far cadere i veli. Sarà interessante vedere se per i problemi di assemblaggio dovuti ai fornitori, come risulta a noi, o per tenere nascoste alcune soluzioni aerodinamiche (abbiamo scritto stamane che si dice in Gran Bretagna che la vettura dovrebbe essere molto interessante). Nick Chester professa ottimismo per la stagione 2014… ”Il progetto della E22 è partito oltre due anni fa ed è coinvolgente vederlo crescere. A Enstone abbiamo una squadra con una spina dorsale solida e ci stiamo preparando alla sfida della nuova stagione”. A che punto è la E22? ”Dal nostro punto di vista la situazione è molto promettente. Detto questo, stiamo lavorando non avendo idea di quello che stanno facendo le altre squadre. Stiamo andando incontro ad un cambiamento di regolamenti radicale e almeno nel primo anno si vedranno percorrere dalla squadre delle strade differenti. È affascinante per noi ingegneri e spero che lo possa essere anche per gli appassionati e i tifosi. Pensiamo di avere sviluppato delle soluzioni molto valide per questa sfida e spero che si vedere quando la E22 farà girare le ruote”. Anche se i regolamenti sono molto diversi, ci sono soluzioni che si potranno riprendere dalla E21? ”Sì, la E21 era un buona macchina ed era l'unica vettura che è stata in grado di avvicinarsi alla Red Bull. Certamente, ci sono alcuni concetti dalla E21 che sono ancora validi per la E22, ma è il nostro modo di sviluppare le vettura e la perfetta sincronizzazione nei vari campi di simulazione che ci danno informazioni molto promettenti”. A che punto è la Lotus E22? ”Per completare i crash test e ottenere l’omologazione della scocca dobbiamo fare solo la prova frontale, mentre le altre le abbiamo superate prima di Natale. I nostri partner che hanno visto la monoposto dicono di essere molto impressionati per il layout e le varie soluzioni che sono state adottate per affrontare le nuove sfide tecniche”. Quando vedremo la E22 in pista? ”Abbiamo l’intenzione di tenere la nostra macchina coperta un po' più di altre squadre. Abbiamo deciso che per i nostri piani di sviluppo non è l’ideale essere a Jerez: sveleremo la monoposto prima dei test in Bahrein, dove dovremmo essere in grado di far muovere i primi passi alla macchina”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Pastor Maldonado , Romain Grosjean
Articolo di tipo Ultime notizie