Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
111 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
139 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
146 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
160 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
196 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
203 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
217 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
230 giorni

F1: c'è una nuova pellicola anti graffio per i barge board

condividi
commenti
F1: c'è una nuova pellicola anti graffio per i barge board
Di:
6 mar 2020, 11:37

La Nanoprom, dopo aver lanciato il Polysil in F1, porta un nuovo prodotto che si vedrà su alcune monoposto in Australia. Si tratta di una pellicola che ha il potere di proteggere parti aerodinamiche complesse come i barge board essendo anti-aderente e con un’alta resistenza meccanica e bassa aerodinamica.

Ci vuole un occhio ben allenato, ma nei test di Barcellona ha fatto il suo debutto su alcune monoposto un nuovo prodotto della Nanoprom, l’azienda di Sassuolo che lavora in F1 da qualche anno.

Dopo aver lanciato anni fa il Polysil, una pellicola in silicio costituita da nanotecnologie che si spruzzava sui cerchi (si trattava di un "vetro liquido") e che garantiva con uno strato di pochi micron un’elevata durezza superficiale grazie alla quale era assicurata una trasmittenza termica controllata e un’elevata resistenza all'abrasione.

La verniciatura tradizionale di una ruota di F.1 costava circa 65 grammi, mentre con Polysil era scesa intorno ai 5 grammi.

Tanto che nelle applicazioni successive le squadre di F1 hanno cominciato a verniciare parti sempre più consistenti di carrozzeria. Gian Luca Falleti ai test spagnoli ha portato un nuovo ritrovato che sarà destinato a creare un grande attenzione.

Si tratta di una nuova pellicola adesiva, attaccabile e rimovibile che avrebbe la proprietà di proteggere le superfici da colpi e graffi.

In sostanza sarebbe emerso che la pellicola dotata dell’evoluzione del Polysil sarebbe in grado di proteggere le aree particolarmente sottoposte a urti: essendo totalmente anti-aderente e dotata di un’alta resistenza meccanica, tanto i murble delle gomme che i piccoli sassi che compongono l’asfalto non sarebbero in grado di danneggiare turning vanes, barge board e deviatori di flusso che, invece, sono sottoposti a lunghi lavori di ricondizionamento.

Inoltre la leggerezza della pellicola e la bassa resistenza aerodinamica sono elementi che hanno attratto l’attenzione degli ingegneri delle squadre. Dopo gli esperimenti nei test di Barcellona, aspettiamoci di vedere la pellicola Nanoprom sulle monoposto in Australia…

Articolo successivo
Ferrari: commissari FIA formati sui segreti delle norme grigie?

Articolo precedente

Ferrari: commissari FIA formati sui segreti delle norme grigie?

Articolo successivo

AlphaTauri: "Cambio Red Bull '21? Non aspettiamo oltre settembre"

AlphaTauri: "Cambio Red Bull '21? Non aspettiamo oltre settembre"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Franco Nugnes