Clamoroso Tombazis: "Mai verificate le prese Racing Point"

condividi
commenti
Clamoroso Tombazis: "Mai verificate le prese Racing Point"
Di:
Co-autore: Roberto Chinchero
17 lug 2020, 18:14

Il responsabile tecnico della FIA ha ammesso candidamente a Motosport.com che durante l'ispezione svolta alla Racing Point per verificare la piena legalità della RP20, le brake duct non sono mai state controllate.

La FIA ha confermato di non aver ispezionato le controverse prese d’aria dei freni anteriori della Racing Point, particolare balzato alla ribalta dopo il Gran Premio di Stiria a causa del reclamo presentato dalla Renault.

Il team francese sostiene che la parte in questione sia una copia esatta di quella utilizzata dalla Mercedes sulla sua monoposto 2019, e la FIA ha accettato il ricorso che sarà analizzato nei prossimi giorni.

Quando la Racing Point RP20 è apparsa per la prima volta nel test invernali di Barcellona la sua somiglianza alla Mercedes W10 è stata subito notata dagli avversari, che hanno sollevato la questione alla FIA sospettando che potesse trattarsi di una copia illecita della monoposto campione del mondo 2020.

Il responsabile tecnico della Federazione Internazionale, Nikolas Tombazis, ha così fatto visita alla sede di Racing Point, un incontro nel quale il team gli ha mostrato il sistema utilizzato (basato su fotografie) per decodificare la W10, un processo che risulta legale anche se si replicano parti elencate nella lista delle componenti che devono essere di proprietà intellettuale della squadra.

Racing Point ha ricordato più volte che la FIA ha ispezionato la monoposto, giudicando il progetto legale in base alle normative contenute nel regolamento tecnico e sportivo, ma Tombazis ha ammesso che nell’ispezione non sono state verificate le prese d’aria dei freni anteriori.

“Lo scorso febbraio abbiamo ricevuto delle lamentele da alcuni team - ha spiegato Tombazis a Motorsport.com - e abbiamo così deciso di fare una verifica prima della partenza per il Gran Premio d’Australia recandoci alla sede della Racing Point. Ci siamo concentrati sulla monoposto, ma non sulle prese d’aria dei freni".

"Il resto della vettura era estremamente simile (alla Mercedes) ma non sono emerse irregolarità in merito alle parti elencate. Se la monoposto fosse stata realizzata in qualche modo attraverso informazioni CAD, sarebbe stato palesemente illegale, e avrebbe comportato sanzioni molto pesanti sia per Mercedes che per Racing Point”.

“Quando ci siamo recati alla sede della Racing Point abbiamo esaminato la questione osservando la monoposto – ha proseguito Tombazis - e siamo convinti da ciò che abbiamo visto, ovvero che il processo derivante dall’analisi fotografica che ci ha mostrato Racing Point sia molto plausibile. Direi ancora di più: ci hanno mostrato come hanno svolto tutto il lavoro, e siamo rimasti soddisfatti da quanto abbiamo avuto modo di vedere".

"Nella discussione invernale non siamo però entrati nel dettaglio delle prese d’aria dei freni, con il senno di poi avremmo dovuto approfondire anche questo aspetto, ma abbiamo osservato tutta la monoposto nel suo insieme, soprattutto le parti che tradizionalmente sono componenti elencate”.

Per quanto riguarda i condotti Tombazis ha aggiunto: “Abbiamo certamente delle opinioni sulle prese d’aria dei freni anteriori, e ne stiamo discutendo anche internamente perché ci sono da affrontare alcune delicate questioni legali e diverse normative".

"Ma il reclamo della Renault si sta concentrando specificamente su una parte più complicata della questione: l'ala anteriore o il diffusore e tutto il resto, diciamo che sono relativamente facili, ed è quello su cui ci siamo concentrati principalmente quando abbiamo analizzato la questione a febbraio e marzo. Se si fosse scoperto che avevano ricevuto informazioni sul diffusore, ad esempio, entrambi i team, Mercedes e Racing Point, avrebbero avuto conseguenze importanti”.

Scorrimento
Lista

Nikolas Tombazis responsabile tecnico della FIA in F1

Nikolas Tombazis responsabile tecnico della FIA in F1
1/11

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point RP20

Sergio Perez, Racing Point RP20
2/11

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Confronto del freno tra Racing Point RP20 e Mercedes W10

Confronto del freno tra Racing Point RP20 e Mercedes W10
3/11

Foto di: Motorsport.com

Dettaglio Tecnico della Racing Point RP20

Dettaglio Tecnico della Racing Point RP20
4/11

Foto di: Giorgio Piola

Dettaglio Tecnico della Racing Point RP20

Dettaglio Tecnico della Racing Point RP20
5/11

Foto di: Giorgio Piola

Dettaglio Tecnico della Racing Point RP20

Dettaglio Tecnico della Racing Point RP20
6/11

Foto di: Giorgio Piola

Racing Point RP20, dettaglio del freno

Racing Point RP20, dettaglio del freno
7/11

Foto di: Giorgio Piola

Racing Point RP20, dettaglio del freno

Racing Point RP20, dettaglio del freno
8/11

Foto di: Giorgio Piola

Muso della Racing Point RP20

Muso della Racing Point RP20
9/11

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20

Lance Stroll, Racing Point RP20
10/11

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Casco di Sergio Perez, Racing Point with a tribute to Alex Zanardi

Casco di Sergio Perez, Racing Point with a tribute to Alex Zanardi
11/11

Foto di: Racing Point

Mercedes mostra i muscoli con prestazioni hard

Articolo precedente

Mercedes mostra i muscoli con prestazioni hard

Articolo successivo

Fotogallery F1: le Prove Libere del Gran Premio d'Ungheria

Fotogallery F1: le Prove Libere del Gran Premio d'Ungheria
Carica i commenti