F1 | Budget cap: Wolff vuole una posizione decisa della FIA

Il team principal della Mercedes è intervenuto sull'argomento che sta tenendo banco nel venerdì di Singapore ed ha chiesto alla FIA di dimostrare l'integrità già vista in passato su altre decisioni.

F1 | Budget cap: Wolff vuole una posizione decisa della FIA

La FIA rilascerà a breve i certificati di conformità alle squadre che hanno operato entro il limite massimo di budget dello scorso anno. Tuttavia, alcune fonti del paddock hanno rivelato che, una volta completata la contabilità finale, è probabile che sia la Red Bull Racing che l'Aston Martin verranno segnalate per aver violato il tetto.

Il regolamento finanziario contiene un elenco di potenziali sanzioni per violazioni "minori" e "materiali". Si ritiene che il caso di Aston Martin sia una violazione minore, inferiore al 5%, pari a circa 7 milioni di dollari, rispetto al limite del 2021.

Nel caso della Red Bull, invece, le fonti suggeriscono che potrebbe trattarsi di una violazione materiale di oltre il 5%, e questa comporterebbe una sanzione molto più severa. Le sanzioni a disposizione della FIA includono addirittura "l'esclusione dal campionato".

La situazione è vista da molti nel paddock come un importante banco di prova per Ben Sulayem e il suo team, in quanto una spesa eccessiva l'anno scorso sarebbe stata vantaggiosa non solo per il campionato del mondo 2021, ma anche per quello di quest'anno, visto il programma di sviluppo delle vetture 2022.

Toto Wolff, che ha discusso la questione con il collega della Ferrari Mattia Binotto nel venerdì di Singapore, è convinto che la FIA debba intervenire duramente se sarà dimostrata l’infrazione da parte di alcuni team.

"Il tetto ai costi è probabilmente l'evoluzione più importante dei regolamenti per mantenere condizioni di parità", ha dichiarato Wolff. “È stato ideato per consentire alle squadre che non hanno un budget elevato di recuperare terreno e per porre un tetto alle spese dei top team”.

“Quindi è di enorme importanza che questi regolamenti siano controllati e non ho motivo di credere il contrario. La FIA, e in particolare Mohammad, hanno dimostrato una posizione piuttosto solida nel far rispettare ogni tipo di regolamento”.

"Quindi penso che se stiamo parlando di qualcosa di grosso, lui mostrerà la stessa integrità e leadership che ha mostrato in passato".

Max Verstappen, Red Bull Racing RB18

Max Verstappen, Red Bull Racing RB18

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

Quando gli è stato chiesto se una potenziale violazione da parte della Red Bull abbia compromesso la battaglia per il titolo dello scorso anno, Wolff ha rifiutato di entrare nello specifico.

"Non ho informazioni in questa fase. Non so se abbiano violato il regolamento e  di quanto lo siano. Ovviamente aver commesso una violazione per un anno significa probabilmente essere in violazione anche per il secondo anno e potenzialmente per il terzo”.

"Una volta chiarito questo aspetto, sono certo che si apriranno molte discussioni sull'effetto che avrebbe. Ma in questa fase è troppo presto per fare commenti".

Leggi anche:
condividi
commenti
LIVE Formula 1 | Gran Premio di Singapore, Libere 2
Articolo precedente

LIVE Formula 1 | Gran Premio di Singapore, Libere 2

Articolo successivo

F1 | Singapore, Libere 2: spuntano due Ferrari davanti a tutti

F1 | Singapore, Libere 2: spuntano due Ferrari davanti a tutti