Bottas vince la SQ di San Paolo, Hamilton magico è quinto

Bottas si aggiudica la garetta precedendo Verstappen dopo averlo sorpreso alla partenza. Fantastico il terzo posto di Sainz che riesce a precedere Perez solo quarto. Strepitoso Hamilton che chiude quinto dopo essere scattato ultimo: l'inglese ha dato spettacolo, ma domani partirà decimo. Leclerc un po' opaco è solo settimo preceduto da Norris.

Bottas vince la SQ di San Paolo, Hamilton magico è quinto

La Mercedes si riscatta nella Sprint Qualifying del GP di San Paolo: Valtteri Bottas conquista la vittoria alla conclusione dei 24 giri della garetta, tenendosi dietro Max Verstappen che era scattato dalla pole position con la Red Bull, mentre Lewis Hamilton, partito ultimo, si è arrampicato al quinto posto con una prestazione da grandissimo campione, con sorpassi chirurgici ma molto decisi.

L'epta campione non si è avvilito per l'esclusione che gli ha fatto perdere tutti i tempi della qualifica per quell'ala posteriore non conforme e ha scaldato la torcida brasiliana dando un saggio del suo enorme talento.

La squadra di Brackley ha dato un segno di vitalità anche nel mondiale, dato che Bottas è riuscito a cogliere la quarta pole position stagionale che vale tre punti per la classifica iridata, ma soprattutto ha tolto un punticino a Verstappen.

Valtteri ha scelto le gomme soft, scommettendo che potessero durare fino alla fine, dopo aver bruciato Max al via cin le gialle, pur scattando dalla parte sporca. Il finlandese si è fatto perdonare il brutto start messicano che tante polemiche ha scatenato la scorsa settimana.

Max Verstappen ci ha provato a prendere la freccia nera, ma l'olandese ha usato la testa, preferendo non prendere rischi nell'andare all'attacco della W12: Max conferma di essere molto maturo, perché è diventato ragionatore, senza puntare a vittorie inutili, tanto più che ha allungato di altri due punti il distacco su Hamilton.

Il britannico è stato un "cannibale" perché ha chiuso 15 sorpassi in 24 giri con un passo davvero impressionante pur restando per lo più in aria sporca. Neutralizzata la squalifica per l'ala posteriore, dovrà scontare domani cinque posizioni in griglia per aver smarcato il motore 5, ma inizierà il GP già dalla zona punti. E se Lewis riuscirà a riprodurre il passo mostrato oggi, potrà essere un osso duro per tutti con quella super PU. Lewis non si è ancora arreso ed è pronto a lottare ancora.

Fra gli eroi di giornata bisogna ricordare Carlos Sainz: lo spagnolo ha chiuso terzo una gara che lo ha visto risalire dal quinto posto in zona podio. Carlos con le gomme soft ha sfruttato il grip al via per sorprendere Pierre Gasly e Sergio Perez e attaccare addirittura Verstappen. L'olandese per evitare contatti se n'è andato per funghi fuori pista e Sainz si è arrampicato all'imprevisto e imprevedibile secondo posto dietro a Bottas. Il passo della rossa non era da posto d'onore e Verstappen non ha avuto problemi a riportarsi al ruolo del piazzato. Il madrileno, però, con la mescola morbida ha saputo gestire il ritorno di Perez, suggellando un terzo posto bellissimo.

Se Sainz è stato molto positivo, non si può dire altrettanto per Charles Leclerc solo settimo: il monegasco ha pagato una posizione a favore della McLaren di Lando Norris che domani gli partirà davanti. Una giornata nera può capitare: la SF21 sembra in grado di fare bene e alle spalle si è messo Pierre Gasly.

Il francese non è stato protagonista: da quarto al via è scivolato ottavo con una AT02 che ha sofferto gli stessi problemi delle ultime prove libere. Positiva la SQ di Esteban Ocon che ha collocato l'Alpine in nona posizione, mentre Fernando Alonso è finito al 12esimo posto.

La top 10 è stata completata da Sebastian Vettel  che ha controllato Daniel Ricciardo. Antonio Giovinazzi è 13esimo con l'Alfa Romeo: nelle prime battute si è toccato con Kimi Raikkonen che lo aveva stretto troppo in curva 1 : Iceman si è girato in testacoda ed è finito solo davanti alle Haas.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 24 29'09.559 212.671
2 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 24 29'10.729 1.170 1.170 212.529
3 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
Ferrari 24 29'28.282 18.723 17.553 210.419
4 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Red Bull 24 29'29.346 19.787 1.064 210.293
5 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 24 29'30.431 20.872 1.085 210.164
6 United Kingdom Lando Norris
McLaren 24 29'32.117 22.558 1.686 209.964
7 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 24 29'34.615 25.056 2.498 209.668
8 France Pierre Gasly
AlphaTauri 24 29'43.717 34.158 9.102 208.599
9 France Esteban Ocon
Alpine 24 29'44.191 34.632 0.474 208.543
10 Germany Sebastian Vettel
Aston Martin 24 29'44.426 34.867 0.235 208.516
11 Australia Daniel Ricciardo
McLaren 24 29'45.428 35.869 1.002 208.399
12 Spain Fernando Alonso
Alpine 24 29'46.137 36.578 0.709 208.316
13 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 24 29'51.439 41.880 5.302 207.699
14 Canada Lance Stroll
Aston Martin 24 29'53.596 44.037 2.157 207.450
15 Japan Yuki Tsunoda
AlphaTauri 24 29'55.709 46.150 2.113 207.205
16 Canada Nicholas Latifi
Williams 24 29'56.319 46.760 0.610 207.135
17 United Kingdom George Russell
Williams 24 29'57.298 47.739 0.979 207.022
18 Finland Kimi-Matias Räikkönen
Alfa Romeo 24 29'59.573 50.014 2.275 206.761
19 Germany Mick Schumacher
Haas 24 30'11.239 1'01.680 11.666 205.429
20 Russian Federation Nikita Mazepin
Haas 24 30'17.033 1'07.474 5.794 204.774
condividi
commenti
F1 | Piola: "Giusta la sanzione ad Hamilton per l'ala"
Articolo precedente

F1 | Piola: "Giusta la sanzione ad Hamilton per l'ala"

Articolo successivo

Sainz, terzo con grinta: "Sono sempre stato al limite"

Sainz, terzo con grinta: "Sono sempre stato al limite"
Carica i commenti