Formula 1
19 set
-
22 set
Evento concluso
26 set
-
29 set
Evento concluso
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Gara in
04 Ore
:
22 Minuti
:
11 Secondi

Binotto: "Pensato lo scambio di posizioni, non lo abbiamo fatto"

condividi
commenti
Binotto: "Pensato lo scambio di posizioni, non lo abbiamo fatto"
Di:
23 set 2019, 08:08

Il team principal ammette: "Abbiamo considerato di scambiare le posizioni? Sì, lo abbiamo fatto, ma abbiamo deciso che la scelta giusta fosse di non farlo". Mattia capisce la delusione di Leclerc. Charles deluso perché non è stato avvisato via radio del cambio di strategia in corsa.

Quando Mattia Binotto, Sebastian Vettel e Charles Leclerc incontrano gli ultimi giornalisti, nel paddock di Singapore la mezzanotte è già passata. Una specie di defaticante dopo una giornata lunga e faticosa, ma allo stesso tempo emozionante e decisamente gratificante per tutta la squadra.

Il team principal della Ferrari ha festeggiato la prima doppietta della sua gestione, frutto di un’incredibile svolta tecnica che ha consentito alla SF90 di ottenere il suo primo 1-2 stagionale su una pista che era attesa come una delle più ostiche in calendario.

Ovviamente le domande, come da tradizione in questi casi, iniziano dalla strategia di gara che ha consentito a Vettel di sopravanzare Leclerc, leader del primo stint del Gran Premio di Singapore.

Quando avete chiamato Vettel ai box l’obiettivo era tentare l’undercut su Hamilton o la difesa da Verstappen?
“L’undercut si è confermato molto più efficiente del previsto, il guadagno è stato è stato di 3"9, e francamente non ci aspettavamo un margine di questa portata. Quando abbiamo chiamato ai box Sebastian avevamo ipotizzato che le posizioni sarebbero rimaste invariate anche dopo lo stop di Charles. Invece il guadagno si è confermato di ben 3"9, grazie anche all’ottimo primo giro di Sebastian”.

Avete pensato di invertire le posizioni dopo i pit-stop?
“Capisco che Charles sia un po' deluso, stava facendo del suo meglio in prima posizione e ha fatto tutto il possibile per vincere la gara. Abbiamo considerato di scambiare? Sì, lo abbiamo fatto, ma abbiamo deciso che la scelta giusta fosse di non farlo".

"Approfondiremo ancora l’analisi della gara con i nostri piloti, valutando se è stata fatta la scelta giusta o meno, e può anche essere che si possa avere un'opinione diversa. Comunque ci abbiamo pensato, ma non lo abbiamo fatto”.

Avete avvisato Charles del pit-stop anticipato di Vettel?
“Pensavo che fosse stato informato, non lo so. No? (Binotto osserva Leclerc, e Charles scuote la testa). Non è vero? (Binotto sorride) In quella fase era programmato che Charles entrasse in pit-wall per primo, ma eravamo concentrati su quanto stava accadendo in pista”.

 

I progressi mostrati in questo fine settimana sono stati sorprendenti...
“Non parlerei di sorpresa, gli aggiornamenti aerodinamici sono stati un passo avanti, ma questo non può spiegare tutto ciò che abbiamo visto. Singapore è un circuito molto specifico con caratteristiche particolari, e sul quale i piloti fanno molto la differenza soprattutto quando trovano la giusta fiducia".

"Credo che il bilanciamento della monoposto sia migliorato rispetto alle ultime gare, ed anche la gestione degli pneumatici. Questo weekend abbiamo utilizzato mescole diverse rispetto a quelle dei circuiti permanenti, e probabilmente questi compound li facciamo funzionare correttamente”.

Quando avete due monoposto in prima e seconda posizione, avete una regola per la gestione dei pit-stop?
“Normalmente diamo sempre priorità alla macchina che è in testa, questa è la regola che utilizziamo. Ma in questa occasione non potevamo fermare Charles per primo, stava guidando la gara e sarebbe finito nel traffico".

"Verstappen era anche pronto a fermarsi, lo sapevamo, ed il modo migliore per proteggere la posizione di Sebastian era fermarlo a sua volta ed assicurarci di essere liberi a chiamare Charles il giro successivo. Quindi era il momento giusto per fermare Seb, e su questo non ci sono discussioni".

"Subito dopo è arrivato il momento giusto per fermare Charles. Potremmo poi discutere sul possibile scambio, ma penso che sia nel caso di un 1-2 o di un 2-1, sarebbe comunque stata una doppietta Ferrari”.

Credi che nelle prossime gare confermerete i vantaggi visti questo weekend?
“Se guardo alla prima metà di stagione ci sono state gare in cui abbiamo corso bene ed avremmo potuto vincere, quindi non c'è motivo per cui non possiamo provare a farlo nelle prossime. La monoposto è migliorata, e da qui alla fine del Mondiale ci sono ancora piste in cui potremo essere veloci. Ma sono anche certo che i nostri concorrenti saranno molto forti su alcuni circuiti, e arriverà il loro momento. Questa volta è andata bene a noi”.

Il primo stint si è confermato incredibilmente lento. La paura di usurare le gomme è stata maggiore del rischio di finire nel traffico dopo la sosta?
“Nelle fasi iniziali il ritmo è stato lento perché abbiamo provato a mantenere il gruppo molto compatto per evitare che gli avversari si fermassero molto presto. Quando abbiamo cercato di accelerare, il degrado degli pneumatici si è confermato piuttosto elevato, ed ritmo non è stato così rapido come ci aspettavamo nella fase finale dello stint”.

Realisticamente, credete in una remota chance da giocarvi in chiave Mondiale?
“Stiamo cercando di vincere ogni singola gara. Non è una questione di guardare al campionato, ma vogliamo fare del nostro meglio e assicurarci che ci stiamo preparando in modo adeguato per il prossimo anno”.

Scorrimento
Lista

Charles Leclerc, Ferrari, Mattia Binotto, e Sebastian Vettel, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari, Mattia Binotto, e Sebastian Vettel, Ferrari
1/18

Foto di: Ferrari

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia nel parco chiuso

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari, festeggia nel parco chiuso
2/18

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Il vincitore Sebastian Vettel, Ferrari e Charles Leclerc, Ferrari, festeggiano nel parco chiuso

Il vincitore Sebastian Vettel, Ferrari e Charles Leclerc, Ferrari, festeggiano nel parco chiuso
3/18

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari festeggia sul podio con lo champagne

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari festeggia sul podio con lo champagne
4/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari e il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari festeggiano sul podio

Charles Leclerc, Ferrari e il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari festeggiano sul podio
5/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari festeggia al Parc Ferme

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari festeggia al Parc Ferme
6/18

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari festeggia sul podio con il trofeo

Il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari festeggia sul podio con il trofeo
7/18

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari, il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari e Max Verstappen, Red Bull Racing sul podio

Charles Leclerc, Ferrari, il vincitore della gara Sebastian Vettel, Ferrari e Max Verstappen, Red Bull Racing sul podio
8/18

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 pit stop

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 pit stop
9/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Ferrari SF90, dettaglio del diffusore

Ferrari SF90, dettaglio del diffusore
10/18

Foto di: Giorgio Piola

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
11/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Ferrari SF90, confronto dell'ala anteriore

Ferrari SF90, confronto dell'ala anteriore
12/18

Foto di: Giorgio Piola

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
13/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
14/18

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
15/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
16/18

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
17/18

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
18/18

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Articolo successivo
Retroscena Mercedes: strategia sbagliata col timore gomme

Articolo precedente

Retroscena Mercedes: strategia sbagliata col timore gomme

Articolo successivo

F1 2019: ecco gli orari TV di Sky e TV8 del GP di Russia a Sochi

F1 2019: ecco gli orari TV di Sky e TV8 del GP di Russia a Sochi
Carica i commenti