F1, Baku, Libere 1: Verstappen, poi le due Ferrari

La Red Bull detta legge con Verstappen dopo la prima sessione di prove libere del GP dell'Azerbaijan, ma dietro all'olandese spuntano a sorpresa le due Rosse di Leclerc e Sainz. La Mercedes è solo settima con Hamilton e decima con Bottas: l'inglese ha fatto il tempo subito e poi ha avuto problemi di messa a punto. Quarto è Perez davanti a Ricciardo in ripresa con la McLaren.

F1, Baku, Libere 1: Verstappen, poi le due Ferrari

Il passo lo detta Max Verstappen, come previsto. Nella prima sessione di prove libere del GP dell'Azerbaijan l'olandese è stato il più veloce con la Red Bull con il tempo di 1'43"184 ottenuto con le gomme soft, una prestazione di quasi quattro secondi migliore rispetto alla FP1 di due anni. La Pirelli quest'anno ha introdotto la mescola C5 che nel 2019 non c'era, ma il salto prestazionale è stato importante.

La Red Bull utilizza l'ala posteriore a cucchiaio, ma non ha utilizzato il flap scavato che ha a disposizione: forse con la pista sporca non aveva  senso prendere rischi inutili con un assetto troppo scarico.

La RB16B sembra in gran forma, perché si registra anche il quarto tempo di Sergio Perez che nella prima parte del turno è stato chiamato a effettuare delle prove di aerodinamica con i rastrelli, prima di portarsi a 4 decimi dal leader del mondiale.

Fra i due piloti di Horner, davvero a sorpresa, ci sono le due Ferrari. Charles Leclerc a parità di gomme ha portato la SF21 ad appena 43 millesimi dalla Red Bull, dimostrando una netta superiorità nel tratto lento (T2), mentre paga in velocità al T3. La consistenza della Ferrari è confermata da Carlos Sainz terzo: lo spagnolo ha fatto un lungo con la Sf21 ma è parso subito a suo agio come il monegasco che vuole cancellare Monaco.

La Scuderia non vuole alimentare troppe speranze, perché proprio come nel Principato la Mercedes non si è vista: Lewis Hamilton è di nuovuo solo settimo a sette decimi da Verstappen, ma l'inglese la prestazione l'ha ottenuta con facilità molto prima, quando l'asfalto era ancora molto sporco. Poi il Re Nero ha dovuto fare i conti con lunghi e bloccaggi che testimoniano una messa a punto da rivedere. Peggio ha fatto Valtteri Bottas che chiude la top 10 con un deludente 1'44"891 a 1"7 dalla vetta. Si stanno nascondendo o stanno soffrendo come nel GP di Monaco?

Ne ha approfittato Daniel Ricciardo che ha portato la McLaren al quinto posto, dando un segno che la lezione al simulatore di Woking è servita e l'aver cambiato stile di guida paga. L'australiano con 1'43"732  è solo a un decimo da Perez, mentre Lando Norris è ottavo dopo qualche errore nel giro lanciato concluso con un testacoda.

Come sempre positivo Pierre Gasly con l'AlphaTauri: il francese è sesto, mentre soffre Yuki Tsunoda, il primo a sfiorare le protezioni e finire nelle vie di fuga. Bene anche Fernando Alonso nono con l'Alpine dotata dell'ultimo pacchetto innovativo: lo spagnolo sembra in forma sul cittadino azero, mentre Esteban Ocon ha avuto un avvio più tranquillo accontentandosi di un 16esimo posto.

Fuori dai dieci le due Alfa Romeo con Kimi Raikkonen davanti ad Antonio Giovinazzi a un decimo. Sempre in difficoltà l'Aston Martin con Lance Stroll 13esimo e Sebastian Vettel 15esimo. Chiudono le due Williams e le due Haas: Nikita Mazepin ha toccato le barriere, mentre Mick Schumacher ha solo fatto un lungo. I ragazzi continuano la gavetta...

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 19 1'43.184 209.439
2 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 20 1'43.227 0.043 0.043 209.352
3 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
Ferrari 20 1'43.521 0.337 0.294 208.757
4 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Red Bull 17 1'43.630 0.446 0.109 208.538
5 Australia Daniel Ricciardo
McLaren 25 1'43.732 0.548 0.102 208.333
6 France Pierre Gasly
AlphaTauri 23 1'43.757 0.573 0.025 208.282
7 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 20 1'43.893 0.709 0.136 208.010
8 United Kingdom Lando Norris
McLaren 20 1'43.996 0.812 0.103 207.804
9 Spain Fernando Alonso
Alpine 25 1'44.777 1.593 0.781 206.255
10 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 20 1'44.891 1.707 0.114 206.031
11 Finland Kimi-Matias Räikkönen
Alfa Romeo 18 1'44.943 1.759 0.052 205.928
12 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 20 1'45.092 1.908 0.149 205.636
13 Canada Lance Stroll
Aston Martin 23 1'45.234 2.050 0.142 205.359
14 Japan Yuki Tsunoda
AlphaTauri 25 1'45.384 2.200 0.150 205.067
15 Germany Sebastian Vettel
Aston Martin 24 1'45.415 2.231 0.031 205.006
16 France Esteban Ocon
Alpine 23 1'45.446 2.262 0.031 204.946
17 United Kingdom George Russell
Williams 24 1'45.452 2.268 0.006 204.934
18 Canada Nicholas Latifi
Williams 22 1'45.774 2.590 0.322 204.311
19 Germany Mick Schumacher
Haas 20 1'46.899 3.715 1.125 202.160
20 Russian Federation Nikita Mazepin
Haas 18 1'46.945 3.761 0.046 202.073
condividi
commenti
Red Bull scarica anche il flap, Mercedes cerca downforce
Articolo precedente

Red Bull scarica anche il flap, Mercedes cerca downforce

Articolo successivo

Seidl polemico: "Se le ali flettono, la FIA deve agire subito!"

Seidl polemico: "Se le ali flettono, la FIA deve agire subito!"
Carica i commenti