Alonso: "Questa Q2 ci voleva. Regala fiducia al team"

Il pilota spagnolo è riuscito a qualificare la sua Mp4-30 numero 14 in quattordicesima posizione

Alonso:

Fernando Alonso è riuscito a passare la tagliola della Q1 regalando così alla McLaren la quattordicesima posizione in griglia sul tracciato di Sakhir, sede del quarto appuntamento della stagione 2015 di Formula 1.

Il risultato ottenuto dal pilota nativo di Oviedo è chiaro sintomo dei progressi fatti nel corso di queste settimane sul pacchetto vettura-unità motrice, che tanto grattacapi ha generato nel box di Woking a partire dai primi test invernali della stagione. Il percorso per far tornare competitivo il team britannico è però ancora lungo e l'asturiano ne è consapevole.

Possiamo dire che è un piccolo successo essere entrato nella seconda fase delle qualifiche?
"Sì, sicuramente è bello. Ci serviva un po’ di motivazione, a tutta la squadra. Stanno lavorando giorno e notte da un po’ di mesi, anche ieri hanno finito di montare le macchine alle quattro, cinque del mattino. Avevamo visto dei progressi ma mai realizzati poi in qualifica, sempre sulle stesse posizioni. E quindi entrare già in Q2 è una motivazione per tutti, una conferma che la direzione è quella giusta. Certo, non siamo soddisfatti perché entrare in Q2 non è il nostro obiettivo ma sicuramente questo ci da’ molta fiducia nelle cose che stiamo facendo".

Cosa puoi sperare in ottica gara? L’obiettivo sono i punti o è ancora troppo presto per dirlo?
"Penso sia presto. L’affidabilità è stata il maggiore problema in questo weekend e non dobbiamo sottostimarlo. Poi, penso che non siamo ancora abbastanza veloci per pensare ai punti ma in gara tutto può succedere. Dovremo avere bisogno di qualche piccola fortuna ma la cosa più importante sarà finire la gara, continuare a imparare su questa macchina e che tutte e due le McLaren arrivino al traguardo".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie