Bahrein: 50.000 persone pronte per un corteo

Bahrein: 50.000 persone pronte per un corteo

Le proteste proseguiranno anche nei giorni del Gp, lo garantisce il leader dell'opposizione

Nonostante tutte le rassicurazioni del caso di Bernie Ecclestone, le manifestazioni di protesta contro il governo del Bahrein vanno avanti. Anzi, tra oggi e domani sono attese le più importanti, con una marcia lungo Budaiya Road a Manama che dovrebbe coinvolgere circa 50.000 persone. Per garantire la sicurezza di piloti ed addetti ai lavori tutte le strade che collegano al circuito di Sakhir sono state disseminate di posti di blocco, che dovrebbero evitare che i manifestanti si possano avvicinare all'impianto durante i giorni del Gp. La sensazione comunque è che la situazione non sia poi troppo differente rispetto a quella quasi surreale vissuta un anno fa. Il leader per i diritti umani del partito di opposizione, Sayed Haidi Al Musawi intanto ha spiegato alla Gazzetta dello Sport di non essere assolutamente contrario all'arrivo della Formula 1, quanto all'uso che il governo ne fa per dare una visione distorta di quello che accade nel paese. Per questo ha promesso delle manifestazioni. "Non sono contrario alla Formula 1. All’inizio è servita a far conoscere il Bahrein e ha giovato all’economia. Ma ora, in questa situazione, è un vantaggio solo per il governo, che può propagandare un’immagine accomodata del Paese. Anche il tavolo del dialogo, voluto due mesi fa, è stata una trovata per l’evento. Ma la Formula 1 dura tre giorni, mentre i problemi della gente tutto l’anno. Perciò faremo sentire la nostra voce" ha detto Al Musawi.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie