F1 | Austin: fresati i dossi dopo i problemi della MotoGP

Bobby Epstein, responsabile del tracciato che ospita il GP degli Stati Uniti, assicura che sono stati eseguiti dei lavori sulla pista dopo le lamentele del Motomondiale: "Potrei dire a qualche pilota che se girano a Monaco… non avranno problemi a farlo anche qui”.

F1 | Austin: fresati i dossi dopo i problemi della MotoGP

Uno dei primi verdetti che arriverà dal venerdì di Austin è quello relativo allo stato della pista. I piloti sono divisi tra chi non ritiene che i dossi (che hanno condizionato il weekend di MotoGP di tre settimane fa) saranno un grande problema, e chi teme che le sconnessioni dell’asfalto possano mettere in crisi la meccanica delle monoposto.

Le parti che le squadre monitoreranno con attenzione sono trasmissione, sospensioni ed anche la power unit, esposte a rischi di ‘fuorigiri’ se i dossi si confermeranno particolarmente ostici.

Tuttavia il responsabile del circuito di Austin, Bobby Epstein, ha confermato che la pista non presenterà problemi dopo il lavoro eseguito (su richiesta della FIA) per fresare la pista nei punti rivelatisi più problematici durante il fine settimana della MotoGP. Gli interventi hanno riguardato le curve, 2, 3, 4, 6 e 10.

“I dossi non saranno un problema per le monoposto – ha chiarito Epstein – Michael Masi ha fatto un sopralluogo in pista e ci ha chiesto degli ultimi interventi che abbiamo completato tra lunedì e martedì. Forse ci potrebbe essere ancora qualche problema con le moto, ma le monoposto potranno girare regolarmente".

"Per venire incontro anche ai prossimi appuntamenti con le due ruote abbiamo programmato degli interventi ulteriori che sistemeranno in modo definitivo tutti i problemi in vista della stagione 2022”.

Tra i piloti che hanno espresso dei dubbi c’è Pierre Gasly, e Epstein ha risposto agli interrogativi del francese: “Aspettiamo a giudicare, dopo la prima sessione tutti avranno le idee più chiare. Potrei anche dire a qualche pilota che se girano a Monaco… non avranno problemi a farlo anche qui”.

Tra chi, invece, non si pone problemi c’è Kimi Raikkonen, sempre molto diretto nelle sue valutazioni...
“I dossi ci sono sempre stati – ha chiarito – in alcune edizione magari un po' più accentuati di altre, ma non è che non ci siano dossi sulle altre piste. Credo che alla fine sarà tutto okay, se ci hanno corso i piloti di MotoGP dovremmo essere a posto, penso che sia molto più spaventoso gestire i dossi su due ruote rispetto al farlo con le nostre macchine. Magari sentiremo qualche sbalzo, ma dovrebbe essere tutto okay”.

condividi
commenti
Alfa Romeo: c'è un inedito flap dell'ala anteriore
Articolo precedente

Alfa Romeo: c'è un inedito flap dell'ala anteriore

Articolo successivo

Mercedes: un occhio a quei flussi complessi della W12

Mercedes: un occhio a quei flussi complessi della W12
Carica i commenti