Hamilton: "Distacco minore di quello che sembra"

Anche Button la pensa come lui, ma è preoccupato dalla facilità con cui la Red Bull fa lavorare le gomme

Hamilton:
Incredulo: è questo l'aggettivo con cui si può descrivere come è sembrato Lewis Hamilton nel parlare del tempo realizzato da Sebastian Vettel nella seconda sessione di prove libere del Gp degli Stati Uniti. Il pilota della McLaren si domanda come abbia fatto ad essere così veloce, ma è anche convinto di poter migliorare la sua MP4-27 domani. "Non so come ha fatto a fare quel tempo, ma è davvero molto veloce. Non so se anche noi possiamo avere quel passo, ma abbiamo già in mente diverse modifiche da fare domani per migliorare la vettura. Nella seconda sessione abbiamo provato delle soluzioni che non hanno funzionato, quindi credo che torneremo indietro alla configurazione delle Libere 1" ha detto il britannico. Lewis comunque sembra certo che il gap sia inferiore rispetto a quanto sembra: "Non penso che ci sia qualcuno che abbia tentato un giro da qualifica, con poco carburante, ma le Red Bull e Sebastian sembrano davvero veloci. Saranno sicuramente il binomio da battere in qualifica, ma non credo che il gap sia così grande come sembra". Una convinzione che sembra avere anche il compagno di squadra Jenson Button, che però pare preoccupato dalla facilità con cui le Red Bull riescono a mandare in temperatura le gomme, che si potrebbe rivelare una grande arma in qualifica. "Non mi preoccupa tanto la loro velocità in assoluto, quando la facilità con cui riescono a far lavorare le gomme. Riescono a fare il tempo fin dal primo giro lanciato, per noi invece è impossibile. In ogni caso non credo che ci sia un secondo di distacco tra noi e Sebastian, quindi in qualifica saremo più vicini" ha detto Jenson.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Jenson Button , Lewis Hamilton
Articolo di tipo Ultime notizie