F1 | Aumentano le entrate nonostante l'impatto del COVID

Nel terzo trimestre del 2021 la Formula 1 ha ottenuto il 12% in più di entrate rispetto al 2020 grazie alle gare che sono state disputate a porte aperte per il pubblico.

F1 | Aumentano le entrate nonostante l'impatto del COVID

I risultati del terzo trimestre del 2021 mostrano che la F1 ha guadagnato il 12% in più di entrate rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, con un aumento da 597 milioni di dollari a 668 milioni di dollari, mentre una perdita di 104 milioni di dollari è stata trasformata in un profitto di 80 milioni di dollari dopo che le 10 squadre hanno ricevuto la loro quota di 338 milioni di dollari.

I numeri sono in crescita nonostante nel 2021 si siano tenute solo 7 gare nel periodo tra luglio e settembre rispetto alle 10 gare del 2020 figlie del calendario compresso.

Di solito meno gare in un trimestre significa meno entrate, ma i risultati riflettono il fatto che aver disputato molte gare senza spettatori nel 2020 ha consentito agli organizzatori di negoziare accordi speciali con la F1 che gli hanno consentito di non pagare le quote annuali.

Al contrario, in questa stagione la maggior parte degli eventi ha visto le tribune con piena capacità o quasi.

I fan tifano per Max Verstappen, Red Bull Racing, dalle tribune

I fan tifano per Max Verstappen, Red Bull Racing, dalle tribune

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

Anche le entrate derivanti dagli accordi di trasmissione sono calcolate per trimestre a seconda del numero di gare disputate. Nel 2021 queste sono state in calo e questo dato ha indicato quanto è stato guadagnato in più dalle tasse versate dagli organizzatori dei singoli GP al fine di creare un totale di entrate più alto.

Il ritorno del Paddock Club per sei delle sette gare del trimestre ha anche contribuito a questo aumento.

La F1 ha osservato come le sue entrate primarie "sono aumentate nel terzo trimestre, principalmente a causa della crescita delle quote di promozione delle gare rispetto all'anno precedente in cui le limitazioni alla presenza dei tifosi hanno portato a modifiche una tantum nei termini contrattuali delle gare disputate".

"I diritti media e le entrate di sponsorizzazione sono diminuiti nel terzo trimestre a causa delle minori corse disputate (10 su 22 nel 2020 e 7 su 22 nel 2021) ma queste perdite sono state parzialmente compensate dalla crescita delle entrate derivanti dagli abbonamenti televisivi e dai nuovi sponsor."

Stefano Domenicali rimane ottimista sulle prospettive della F1 grazie anche ad un calendario di 22 gare nel 2021 confermato dopo i dubbi di inizio stagione.

"La Formula 1 sta producendo risultati in pista, per i nostri fan, per i nostri partner e per i nostri investitori".

"Sappiamo già che la stagione 2021 sarà ricordata a lungo per le battaglie tra piloti e costruttori".

"Attendiamo con ansia le prossime gare in Messico e Brasile prima di concludere la stagione con tre corse in Medio Oriente che completeranno un calendario record di 22 gare nel 2021, e siamo già concentrati per stabilire un nuovo record nel 2022 con il nostro calendario di 23 gare".

condividi
commenti
Alpine | Rossi: "Ecco il piano dei 100 GP per vincere il mondiale"
Articolo precedente

Alpine | Rossi: "Ecco il piano dei 100 GP per vincere il mondiale"

Articolo successivo

F1 | Andretti svela perché è saltata la trattativa per Alfa Romeo

F1 | Andretti svela perché è saltata la trattativa per Alfa Romeo
Carica i commenti