F1 | Aston Martin, peso fondamentale per la livrea del 2022

Aston Martin Racing ha iniziato le riunioni per decidere quale colore e quale vernice usare per le monoposto 2022 di F1. Il peso avrà un'importanza capitale nelle scelte che verranno fatte.

F1 | Aston Martin, peso fondamentale per la livrea del 2022

Aston Martin pensa al 2022 e non lo fa solo dal punto di vista tecnico a aerodinamico, ma anche da quello estetico, pensando a una potenziale variazione della propria livrea.

Questa idea sorge dopo aver notato che il verde scuro attualmente in utilizzo sulle monoposto di Sebastian Vettel e Lance Stroll non ha dato l'effetto cromatico sperato in televisione. Il verde attuale è molto bello se visto dal vero, mentre in televisione l'effetto ha tutt'altro gradimento.

Il problema è come le telecamere catturano la luce. Per questo le Aston Martin sono state spesso confuse con le Mercedes, che da un paio d'anni sono nere. In particolari inquadrature, è molto difficile distinguere le due monoposto.

A inizio anno, Ottmar Szafnauer aveva detto questo riguardo la livrea 2021 dell'Aston Martin: "Il verde che abbiamo scelto è un colore stupefacente se visto dal vivo e alla luce, ma credo che dovremo cercare di renderlo migliore per le inquadrature televisive".

"Non so se riusciremo a farlo, ma ci stiamo lavorando. L'obiettivo è rendere la nostra vettura verde anche in tv, senza che possa confondersi con altre monoposto che hanno un colore scuro".

 

Le riunioni per scegliere il verde 2022 sono iniziate questa settimana nella fabbrica di Silverstone con i vertici del team. Di base, si cerca un colore che possa essere migliore in televisione, ma anche che non renda più pesante le monoposto.

"Abbiamo appena iniziato a fare valutazioni sul colore", ha ammesso Szafnauer alla vigilia del Gran Premio degli Stati Uniti che si terrà ad Austin. "Abbiamo fatto una riunione con i vertici del team per parlare della vernice del prossimo anno e di quanta parte della carrozzeria dipingeremo il prossimo anno. Ma anche del colore".

"Il peso sarà un fattore importante. Dobbiamo togliere più peso possibile. Ecco perché ne stiamo parlando già ora", ha concluso il manager di Aston Martin Racing F1.

condividi
commenti
Yamamoto: "Tre piste su sei favorevoli a Red Bull. non Austin"
Articolo precedente

Yamamoto: "Tre piste su sei favorevoli a Red Bull. non Austin"

Articolo successivo

Red Bull e AlphaTauri col brand Acura al GP degli Stati Uniti

Red Bull e AlphaTauri col brand Acura al GP degli Stati Uniti
Carica i commenti