Aston Martin: Mark White è il quarto moschettiere dei nuovi acquisti

La squadra di Silverstone dopo essersi assicurata Luca Furbatto, Dan Fallows e Andrew Alessi, dal 1 settembre potrà contare sul manager ex Honda che diventerà il nuovo direttore delle operazioni. L'Aston Martin sta potenziando lo staff con l'ambizione di diventare una squadra da titolo nei prossimi anni.

Aston Martin: Mark White è il quarto moschettiere dei nuovi acquisti

L'Aston Martin è un rullo compressore sul mercato. Lawrence Stroll non sta perdendo tempo nel rinforzare l’organico con figure importanti: Mark White dal 1 settembre sarà il nuovo direttore delle operazioni nel team di Silverstone.

White arriva al marchio inglese dopo aver trascorso oltre 27 anni alla Honda ricoprendo ruoli apicali nella pianificazione, nel controllo della produzione e nel controllo qualità. Durante l’esperienza con il colosso giapponese è stato anche alla guida di Synchro Motorsport, il team Honda con sede in Gran Bretagna.

Mark riporterà direttamente a Bob Halliwell che assumerà la posizione di Chief Operating Officer, mentre fino a oggi era il direttore di produzione.

Soddisfatto il team principal, Otmar Szafnauer: “L'arrivo di Mark White aggiungerà preziose competenze nella gestione della fabbrica. La sua esperienza automotive sarà particolarmente utile nel controllo dei costi con l’entrata a regime del budget cap. Ovviamente ci sarà l’impegno a migliorare la qualità e l'efficienza nei nostri sistemi di produzione. È l'ennesima dimostrazione del nostro desiderio di rafforzare la squadra in tutte le aree".

White è la quarta figura tecnica di vertice dopo Luca Furbatto (che ha lasciato l’Alfa Romeo) e la coppia di aerodinamici Red Bull, Dan Fallows e Andrew Alessi.

Il nuovo acquisto è molto motivato: “Sono rimasto estremamente colpito dalla passione che c’è in chi dirige il team e abbiamo davanti una roadmap che comprende anche la costruzione della nuova fabbrica, cosa che ci dovrebbe rendere un team molto competitivo nei prossimi anni”.

condividi
commenti
Leclerc premiato col Trofeo Bandini: "Che sia di buon auspicio"
Articolo precedente

Leclerc premiato col Trofeo Bandini: "Che sia di buon auspicio"

Articolo successivo

Sprint Qualyfing: com'è la "garetta" del sabato

Sprint Qualyfing: com'è la "garetta" del sabato
Carica i commenti