F1 | Aston Martin, il problema è chiaro: "Partiamo troppo indietro"

Il team principal dell'Aston Martin, Mike Krack, ha ammesso che la squadra di Silverstone deve risolvere i suoi problemi in qualifica per poter ottenere più di qualche punto occasionale.

F1 | Aston Martin, il problema è chiaro: "Partiamo troppo indietro"

In vista della pausa estiva, l'Aston Martin si trova al nono posto nel Mondiale, seguito solo dalla Williams. Ad eccezione del sesto posto di Sebastian Vettel a Baku, sono arrivati un ottavo, un nono e sei decimi posti nella prima parte della stagione.

Il team principal Mike Krack sostiene che il problema principale è semplicemente la mancanza di ritmo in qualifica, che ha costretto Vettel ed il suo compagno di squadra Lance Stroll a cercare sempre la rimonta.

"Sembra che abbiamo accumulato una buona quantità di gare positive", ha detto Krack. "Ma dobbiamo anche partire più avanti, perché credo che almeno un paio di volte abbiamo avuto un ottimo ritmo in gara e fatto anche delle buone scelte strategiche".

"Ma partiamo troppo indietro. Questo è un problema. Facciamo sempre uno, due punti, e questo non è sufficiente per cercare di colmare il gap con i costruttori che ci precedono".

Krack poi ha affermato che la squadra al momento non ha una spiegazione per la mancanza di performance della vettura al sabato rispetto a quella che poi è in grado di mostrare alla domenica.

"Onestamente, stiamo cercando di capirlo. Perché se sapessimo il motivo, allora cercheremmo di cambiare le cose. Quindi è un qualcosa che abbiamo bisogno di capire, perché la situazione sia questa".

"L'approccio migliore è quello di fare sempre riferimento alla differenza dei tempi sul giro tra le vetture e non alla classifica. Perché nel gruppo sono tutti molto vicini, quindi basta un piccolo errore per perdere tre o quattro posizioni".

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR22

Sebastian Vettel, Aston Martin AMR22

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

"E' molto importante rimanere obiettivi e monitorare i gap di tempo sul giro. E poi vedere dove dobbiamo migliorare. Ma è chiaro che il sabato facciamo più fatica della domenica".

Krack ha spiegato che almeno i problemi di feedback dello sterzo accusati all'inizio della stagione, che ha contribuito agli incidenti di Melbourne, è stato risolto.

"Credo che i problemi di feedback a cui ci riferivamo all'epoca siano stati risolti. Abbiamo fatto buoni progressi in tutte queste gare".

"E credo che la nostra principale debolezza si veda quando si guarda a circuiti come Silverstone e l'Austria. Quando ci sono molte curve ad alta velocità, facciamo fatica".

"Da questo punto di vista dobbiamo lavorare sull'aerodinamica, ma credo che possiamo ancora migliorare questa vettura".

Quando gli è stato domandato da Motorsport.com di fare una valutazione sui suoi primi mesi alla guida dell'Aston Martin, ha risposto: "Ad essere onesti, ci sono sentimenti contrastanti. Sono molto contento di come sta lavorando la squadra, del modo in cui sono stato accolto e di quello in cui si stanno evolvendo le cose".

"Ma sono molto deluso delle nostre prestazioni. Avremmo voluto progredire più rapidamente di quanto abbiamo fatto. E stiamo progredendo. E' misurabile, ma gli altri stanno facendo la stessa cosa, qualcuno forse anche di più".

"Quindi questo è uno degli aspetti che dobbiamo valutare per il futuro. Capire come possiamo progredire più velocemente o iniziare subito con una base migliore".

Leggi anche:
condividi
commenti
F1 | Gran Premio di Las Vegas: ecco la data della gara
Articolo precedente

F1 | Gran Premio di Las Vegas: ecco la data della gara

Articolo successivo

Video F1 | Piola: "Ecco le migliori soluzioni tecniche di oggi e di ieri"

Video F1 | Piola: "Ecco le migliori soluzioni tecniche di oggi e di ieri"