Aston Martin: Furbatto sarà il nuovo Engineering Director

Il tecnico torinese lascia l'Alfa Romeo per diventare operativo nella squadra di Silverstone a inizio 2022 dopo il periood di gardening. L'italiano curerà sia il lavoro in pista che in fabbrica, visto che Andy Green è stato subito promosso al ruolo di direttore tecnico.

Aston Martin: Furbatto sarà il nuovo Engineering Director

L’Aston Martin porta a segno un colpo di mercato: l’italiano Luca Furbatto a partire dal prossimi campionato sarà il nuovo Engineering Director della squadra di Silverstone e lascerà l’Alfa Romeo dove è chief designer.

Furbatto risponderà direttamente a Andy Green che, con effetto immediato, diventa il Chief Technical Officer. Luca è solo la prima di una serie di assunzioni importanti per il potenziamento della struttura tecnica di una squadra che ha ambizioni importanti per il futuro. Luca ha la famiglia in Gran Bretagna per cui per lui l'approdo all'Aston Martin è come un ritorno a casa dalla Svizzera.

Il tecnico piemontese vanta una solida esperienza in F1 cominciata con la Tyrrell poi trasformatasi in BAR. In seguito il 50enne torinese è passato alla Totota e nel 2000 è approdato alla McLaren dove è rimasto fino al 2011 per diventare il capo progettista della Toro Rosso. Chiusa l’esperienza a Faenza era stato chiamato alla Manor con Pat Fry e Nikolas Tombazis e a metà del 2017 è diventato il chief designer della Sauber, ora Alfa Romeo.

Furbatto seguirà il lavoro in pista che in fabbrica per migliorare i processi di lavoro e le prestazioni delle monoposto..

Soddisfatto Otmar Szafnauer, CEO e Team Principal di Aston Martin: “Siamo entusiasti che Luca Furbatto abbia scelto di unirsi all'Aston Martin. Lavorando con il nostro gruppo di tecnici esistente, porterà una preziosa conoscenza per aiutare a disegnare il futuro a breve e medio termine. Questa nomina coincide con il passaggio di Andrew Green a un nuovo ruolo di responsabile tecnico”.

Luca Furbatto è molto carico: “È molto eccitante entrare a far parte del team Aston Martin come direttore dell’ingegneria. È un progetto che ha tutti gli ingredienti per raggiungere il successo: c’è una leadership impegnata, una forza lavoro di talento e nuovi investimenti nelle risorse. Non vedo l'ora di fare la mia parte per portare questa squadra ai vertici di questo sport".

condividi
commenti
F1: quante domande in cerca di risposte dalla FIA
Articolo precedente

F1: quante domande in cerca di risposte dalla FIA

Articolo successivo

Honda rinomina e:TECHNOLOGY la seconda power unit

Honda rinomina e:TECHNOLOGY la seconda power unit
Carica i commenti