F1: arrivano nuove grafiche televisive

Novità per gli spettatori e gli appassionati della Formula 1. Nel corso della stagione, verranno implementate nuove grafiche durante in week end di gara per fornire un numero più dettagliato di informazioni e godersi lo spettacolo in maniera più approfondita e consapevole di ciò che succede in pista

F1: arrivano nuove grafiche televisive

Gli spettatori ed appassionati che si apprestano a seguire in TV questo fine settimana il Gran Premio dell'Emilia Romagna di Formula 1 avranno una sorpresa: ad Imola, infatti, debutta il "Breaking Performance", un'infografica che mostra il differente stile di frenata dei vari piloti ad ogni giro.

Leggi anche:

L'idea nasce per offrire un numero sempre maggiore e più approfondito di informazioni all'utenza, in modo tale che chi osserva lo spettacolo comodamente da casa si possa rendere conto in prima persona di ciò che si cela dietro ad un semplice giro di pista.

Non si tratta dell'unica novità che arriverà in questo 2021: nel corso della stagione saranno altre cinque le nuove grafiche che andranno ad arricchire l'offerta. 

Dal GP del Canada potremmo osservare il "Car Exploitation", ovvero quanto un pilota stia effettivamente spingendo la propria monoposto verso i valori limiti di aderenza, frenata, accelerazione e percorrenza di curva. Da Silverstone apparirà l'"Energy Usage", ovvero quanta energia hanno ancora le batterie delle monoposto, mentre da Monza potremmo osservare la "Start Analysis", vale a dire il tempo di reazione di ogni pilota allo spegnimento dei semafori e quante posizioni hanno guadagnato rispetto ai rivali.

In occasione del GP del Giappone vedremo la "Pitlane Performance", ovvero il tempo perso o guadagnato sui rivali in occasione della sosta ai box, mentre il GP d'Australia mostrerà l'ultima novità grafica del 2021, l'"Undercut Threat", cioè quanto un pilota può guadagnare in termini di secondi anticipando la sosta ai box rispetto ai rivali.

"Con questa nuova serie di statistiche di gara per il 2021, stiamo andando più in profondità che mai", dichiara Rob Smedley, Chief Engineer F1

"Nuovi approfondimenti come la Braking Performance e l'Undercut Threat scavano a fondo nelle strategie di gara e utilizzano visualizzazioni avanzate per rendere lo sport ancora più comprensibile ed emozionante".

condividi
commenti
Alpine: nuova bandella laterale dell'ala anteriore
Articolo precedente

Alpine: nuova bandella laterale dell'ala anteriore

Articolo successivo

Podcast: Imola 2001, vent'anni fa la vittoria di uno Schumacher "diverso"

Podcast: Imola 2001, vent'anni fa la vittoria di uno Schumacher "diverso"
Carica i commenti