Approvate le penalità più miti legate alle power unit

Approvate le penalità più miti legate alle power unit

A partire dal Gp d'Ungheria vengono abolite le pene aggiuntiva: si paga tutto sulla griglia di partenza

La penalità di 25 posizioni in griglia rifilata in Austria a Jenson Button ha creato molti dubbi riguardo alla sensatezza dell'attuale sistema di penalità legato alle power unit della Formula 1: il problema è che queste parevano effettivamente troppo dure nei confronti dei piloti, che di fatto non hanno colpe se il loro propulsore non è affidabile.

A far discutere era stato soprattutto il fatto che, essendo presenti in griglia solamente 20 vetture, il britannico della McLaren-Honda aveva dovuto scontare anche un drive through nei primi giri della gara per portare a termine la sua penalità.

Per questo ieri a Città del Messico il Consiglio Mondiale della FIA ha deciso di intervenire, eliminando tutte le pene aggiuntive e decidendo che i piloti pagheranno solamente l'arretramento in griglia. Il tutto con effetto immediato, quindi a partire dal Gp d'Ungheria del prossimo 26 luglio.

Inoltre è stata approvata anche la proposta dello Strategy Group secondo cui ogni nuovo costruttore avrà diritto a montare una power unit in più nel corso della stagione, quindi cinque. Questo avrà effetto retroattivo per la Honda nella stagione 2015.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie