Anche la McLaren si siede al tavolo di Bernie

Anche la McLaren si siede al tavolo di Bernie

Ecclestone offre al team di Woking un posto nel consiglio della F.1 futura come a Ferrari e Red Bull

Bernie Ecclestone è scappato in fretta dal Bahrain: la contestatissima gara nell'Emirato si è disputata, e Mister E è già proiettato nel futuro. Bernie avrebbe ufficializzato alla McLaren che un rappresentante del team di Woking potrà sedersi nel consiglio di amministrazione della nuova società che dovrà gestire la F.1, proprio come si sono già assicurate Ferrari e Red Bull Racing. La McLaren nell'ultimo mese avrebbe siglato il rinnovo del Patto della Concordia con Ecclestone, ottenendo certe garanzie in cambio del pieno supporto alla disputa del Gp del Bahrein. Martin Whitmarsh, infatti, è stato uno strenuo sostenitore che la corsa dovesse essere disputata perché il 50% del capitale della squadra è nelle mani del fondo di investimento Mumtalakat che è controllato dalla famiglia regnante in Bahrain. Ora la McLaren si vede aprire le porte nella Delta Topco, la società del Jersey che dovrà essere quotata in borsa sul mercato azionario di Singapore a partire dal mese di giugno, portando il 20% della capitalizzazione del Circus. La CVC, il fondo di investimento che ha in mano i diritti della F.1, non ha ancora approvato i piani di Bernie e c'è chi non esclude uno slittamento dell'operazione all'autunno, non fosse altro che per valutare anche l'andamento del mercato. Ora si aspetta che nel partita entri anche la Mercedes, l'unico costruttore che è rimasti ai margini dell'impero. Le trattative di Ecclestone sono già avviate dopo la vittoria di Nico Rosberg in Cina...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie