F1 | AlphaTauri: Tsunoda si assume la colpa del contatto con Gasly

Yuki Tsunoda si è preso la colpa per il contatto con il compagno di squadra Pierre Gasly durante il Gran Premio di Gran Bretagna, ma ha anche aggiunto che non si sarebbe aspettato che il francese chiudesse così la porta.

F1 | AlphaTauri: Tsunoda si assume la colpa del contatto con Gasly

I due piloti dell'AlphaTauri erano in settima ed in ottava posizione nelle prime fasi della gara di Silverstone, prima di un contatto che ha portato al ritiro di Pierre Gasly e ad un misero 14° posto Yuki Tsunoda.

I filmati onboard rivelano che la battaglia tra i due ha iniziato a scaldarsi alla Stowe, nel corso del decimo giro, quando Tsunoda è passato all'interno e Gasly è andato largo, riuscendo però a riprendersi la posizione alla staccata della Vale.

Tsunoda è rimasto vicino alla vettura gemella e poi ha tentato un altro attacco all'interno del tornantino Village, dove però è avvenuto il contatto che ha mandato in testacoda entrambe le monoposto.

Quando gli è stato chiesto via radio dal suo ingegnere quali fossero le condizioni della sua vettura, il pilota giapponese ha risposto: "La mia macchina è a posto, ma cazzo!".

Tsunoda ha ricevuto una penalità di cinque secondi e due punti di penalità sulla superlicenza per aver causato la collisione, mentre Gasly è stato costretto a ritirarsi per i danni subiti alla sua ala. Il giapponese poi ha insistito di essere convinto che ci fosse lo spazio per la sua manovra, pur accettando la propria colpa.

"Dal mio punto di vista, con la mia velocità sarebbe stato facile fare la curva", ha detto quando gli è stato chiesto da Motorsport.com di parlare dell'incidente. "Ma allo stesso tempo non mi aspettavo che avrebbe chiuso la porta. Cioè, non ha chiuso completamente la porta, ma non c'era abbastanza spazio per girare".

"Ovviamente, se siamo in battaglia, vogliamo dare il minimo spazio possibile, perché non si vuole far passare nessuno così facilmente. Quindi posso capire Pierre. Naturalmente, potevo aspettare un'altra opportunità. Direi che la cosa principale è che mi dispiace per la squadra".

Per quanto riguarda il contatto, ha detto: "Non avevo una velocità eccessiva. Ovviamente ho cercato di sorpassare prima della curva, non nel mezzo della curva".

"E non mi aspettavo che avrebbe cercato di lottare ancora in curva, ma questo è stato il mio errore. La mia gestione delle aspettative non è stata abbastanza buona. Questa è la cosa da cui posso imparare. Questa è la cosa che devo evitare la prossima volta".

Pierre Gasly, AlphaTauri AT03, Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT03, Esteban Ocon, Alpine A522

Pierre Gasly, AlphaTauri AT03, Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT03, Esteban Ocon, Alpine A522

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

Gasly non ha voluto criticare pubblicamente il suo compagno di squadra, ma ha espresso chiaramente la sua frustrazione.

"Sono estremamente deluso perché dopo la ripartenza eravamo in un'ottima posizione, entrambi a punti su una pista su cui abbiamo faticato molto", ha detto il francese.

"Si tratta quindi di una questione che va discussa internamente, e non ho intenzione di iniziare a parlarne qui, ma sono estremamente deluso per aver perso un'opportunità come questa".

"In una stagione difficile come quella che stiamo vivendo non possiamo perdere un'occasione del genere. È la prima volta che ci capita uno scenario così in una situazione del genere. Non era necessario".

Il direttore tecnico dell'AlphaTauri, Jody Egginton, ha sottolineato che la squadra non è contenta della manovra di Tsunoda.

"È molto frustrante aver gettato al vento un probabile piazzamento a punti in un fine settimana in cui la squadra ed i piloti hanno lavorato duramente per ottenere il massimo dal pacchetto e portare le vetture a lottare per i punti", ha dichiarato.

"Un contatto tra compagni di squadra non è mai positivo, ma in questo caso, con entrambe le vetture che hanno subito danni ingenti, una delle quali è stata costretta al ritiro, non c'era davvero modo di tornare indietro".

"Come squadra ci siederemo e faremo le dovute discussioni, perché la mossa che Yuki ha fatto oggi non era la migliore e doveva essere evitata".

Tsunoda è poi tornato in Italia con il team principal Franz Tost domenica sera, dando ai due tutto il tempo necessario per discutere dell'incidente.

Leggi anche:
condividi
commenti
F1 | Alonso: "Leclerc? Andava penalizzato come me in Canada"
Articolo precedente

F1 | Alonso: "Leclerc? Andava penalizzato come me in Canada"

Articolo successivo

F1 | Alfa Romeo: perché si è staccato il roll bar di Zhou?

F1 | Alfa Romeo: perché si è staccato il roll bar di Zhou?