Alonso sfrontato: "Il test di domani non sarà importante"

Lo spagnolo martedì sarà in pista ad Abu Dhabi nel test che doveva essere riservato ai giovani piloti: Fernando minimizza il valore del lavoro che potrà svolgere sulla Renault R.S.20: "Si sta dando troppa importanza al test di domani: potrò prendere confidenza con i tecnici e i meccanici che mi seguiranno nel 2021, ma non potrò trarre informazioni utili dal lavoro perché avremo l'anno prossimo un minore carico e pneumatici diversi".

Alonso sfrontato: "Il test di domani non sarà importante"

Fernando Alonso cerca di minimizzare il test di domani sulla Renault R.S.20 ad Abu Dhabi. Il pilota spagnolo guiderà la monoposto di Daniel Ricciardo in quello che doveva essere una giornata dedicata ai giovani emergenti.

La FIA gli ha concesso una deroga che consente anche a Sebastien Buemi (Red Bull) e Robert Kubica (Alfa Romeo) di guidare martedì, scatenando la reazione di McLaren e Racing Point che avevano deciso di rinunciare al test non avendo giovani conduttori da mettere alla prova.

La Ferrari ha provato a convincere la Federazione Internazionale di autorizzare la prima presa di contatto di Carlos Sainz con la SF1000 e il team tecnico con il quale lo spagnolo lavorerà nel 2021, ma da Parigi sono stati irremovibili sulle loro decisioni.

Alonso ha già guidato la Renault R.S.20 nel secondo filming day che il team di Enstone ha svolto a Barcellona dopo il podio di Ricciardo all’Eifel: l’asturiano aveva completato 100 km con le gomme demo e successivamente ha svolto delle sessioni di allenamento con una Renault 2018 migliorando la sua condizione fisica.  

"Si sta dando troppa importanza al test di domani - ha detto Fernando a Motorsport.com - . So che c'era molta attenzione mediatica su questa giornata. Voglio dire che ogni chilometro percorso sarà importante e sarà il benvenuto, ma mi sento già più o meno pronto a tornare in F1 dopo il lavoro svolto sulla monoposto 2018”.

“L’aspetto interessante è che potrò prendere confidenza con i tecnici e i meccanici con cui lavorerò in futuro. Ma per quello che riguarderà le sensazioni di guida non saranno utili, visto che le monoposto del prossimo anno perderanno carico aerodinamico e il feedback sarà quindi ridotto visto che avremo anche pneumatici diversi”.

“Avrò l’opportunità di verificare il sedile e cominciare sentirmi a mio agio con i ragazzi. Questo sarà, ma non molto di più".

Alonso ha ammesso che le esibizioni sulla Renault R25 del 2005 nel weekend del GP non sono servite a niente:
“La pista l’avevo reimparata nei test con la monoposto 2018 ed è stato un lavoro molto utile, ma girare con la Renault 2005 è stato divertente ma non significativo, perché parliamo di vetture completamente diverse. Non ho potuto imparare niente”.

condividi
commenti
Binotto: "Conclusione deludente, salutiamo Sebastian"

Articolo precedente

Binotto: "Conclusione deludente, salutiamo Sebastian"

Articolo successivo

Hamilton vuole il rinnovo con la Mercedes prima di Natale

Hamilton vuole il rinnovo con la Mercedes prima di Natale
Carica i commenti