Alonso aspetta solo l'ok di tre medici di Cambridge

Alonso aspetta solo l'ok di tre medici di Cambridge

Domani il pilota McLaren sarà visitato da specialisti chiamati dalla Federazione Internazionale

La McLaren ha messo in pre-allarme Kevin Magnussen per procedura di sicurezza, ma questa volta la partecipazione di Fernando Alonso al Gp della Malesia non dovrebbe essere in discussione: il pilota spagnolo, secondo la Gazzetta dello Sport, si sottoporrà domani a una visita specialistica all'Università di Cambridge dove tre medici indipendenti chiamati dalla Federazione Internazionale dovranno sottoporre l'iberico ad una serie di test psico-fisici dai quali dovrebbe emergere il pieno recupero dell'asturiano dopo le brutte conseguenze del crash del 22 febbraio al circuito Montmelò di Barcellona, nell'ultimo giorno della seconda sessione invernale di test collettivi.

Il pilota di Woking si è allenato con grande dedizione per ritrovare la piena forma fisica che aveva prima del crash e aspetta solo l'ok dei sanitari per imbarcarsi alla volta di Sepang dove troverà Jean Charles Piette, delegato medico della FIA, che lo sottoporrà alle abituali prove di abilitazione che ciascun conduttore del Circus deve sostenere al rientro da un incidente.

L'avvicinamento al Gp della Malesia, secondo appuntamento stagionale del mondiale di Formula 1, sta avvenendo in piena condivisione con il team McLaren per cui sembrano fugati i dubbi sulla tenuta del rapporto con Fernando, anche se ad un certo punto la tensione era salita molto in alto quando sembrava che la squadra di Ron Dennis volesse scaricare la colpa del crash sullo spagnolo.

In ballo ci sono 1,8 milioni di euro di assicurazione per un eventuale risarcimento. Questo aspetto per il momento sarebbe stato messo sotto al tappeto in attesa che a a esprimersi proprio a Sepang sia la FIA che renderà noti gli esiti dell'inchiesta che è stata condotta dopo l'incidente, si dice con la piena collaborazione della McLaren.

E stando alle indiscrezioni potrebbero emergere degli elementi per trovare la causa della misteriosa uscita di Alonso dopo la curva 3 del circuito di Montmelò. Qualcuno avrebbe parlato di deformazione di alcuni materiali che avrebbero determinato l'inspiegabile botto a bassa velocità. Insomma di una banale questione tecnica quando si era pensato al malore del pilota e all'elettroschock dovuto a una scarica elettrica dell'ERS. Probabilmente basterà aspettare qualche giorno per avere, finalmente, un quadro più chiaro del giallo che ha caratterizzato le ultime settimane...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie