Allarme in Renault per i tre motori rotti in Cina

condividi
commenti
Allarme in Renault per i tre motori rotti in Cina
Redazione
Di: Redazione , Redazione/Redakteure/Editeurs
13 apr 2015, 18:02

Cyril Abiteboul a Canal+ avrebbe ammesso che ci sarebbe un problema ai pistoni non facile da risolvere

Rémi Taffin, direttore delle operazioni di Renault Sport F1, ha tracciato un bilancio negativo della trasferta a Shanghai che è costata ben tre power unit, due alla Red Bull Racing e una alla Toro Rosso. A Viry Chatillon c’è allarme in vista del prossimo appuntamento iridato che sarà in programma già nel prossimo week end in Bahrein…

“Abbiamo incontrato diversi problemi tecnici in Cina e non abbiamo potuto fornire ai piloti del materiale competitivo. Durante la qualifica, Ricciardo ha avuto un problema sulla sua monoposto e abbiamo preferito sostituire, per precauzione, il motore termico. E durante la gara abbiamo subìto due cedimenti di motore. Riteniamo che si tratti dello stesso problema che ha fermato Kvyat e Verstappen. Eppure, questa specifica tecnica ha girato in modo affidabile, al banco e in pista, per varie migliaia di chilometri: dobbiamo cercare di capire cosa sia successo”.

Cyril Abiteboul, managing director di Renault Sport F1, avrebbe rivelato a Canal+ che il problema deriverebbe dai pistoni e ci vorranno sei settimane prima che si possa trovare una soluzione definitiva: i sei cilindri turbo Energy, quindi, sarebbero a rischio fino al Gp di Monaco in programma il 24 maggio.

Una brutta notizia che rischia di rendere ancora più tesi i già difficili rapporti con gli uomini della Red Bull. Ed è da capire se si tratta di una partita di pistoni difettosi da bonificare o se, invece, c'è un problema di progettazione.

Prossimo articolo Formula 1

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Daniel Ricciardo, Daniil Kvyat, Max Verstappen
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie