Abu Dhabi, Libere 2: Hamilton davanti a Rosberg

Abu Dhabi, Libere 2: Hamilton davanti a Rosberg

Lewis sembra messo meglio rispetto a Nico anche sul long run. Problemi elettrici per Alonso, senza tempi

Ieri Nico Rosberg aveva detto con convinzione di voler spingere al limite in questo weekend di Abu Dhabi per provare a forzare il suo compagno Lewis Hamilton a commettere un errore come in Brasile. Il problema del tedesco della Mercedes è che in questa prima giornata il leader del Mondiale è stato decisamente più in palla di lui.

Dopo essere stato il più veloce nel turno inaugurale, Lewis si è infatti confermato anche in quello disputato all'orario del tramonto, lo stesso a cui si disputeranno le qualifiche e la gara di domenica. Con il passaggio alle gomme supersoft, più veloci di circa 1"5, il britannico è sceso fino a 1'42"113, precedendo di una manciata di millesimi il figlio d'arte, che sembra avere qualcosina in meno anche a livello di long run.

Bisogna fare attenzione però a non trarre conclusioni troppo in fretta, perché tutti stanno avendo ancora problemi legati al degrado delle gomme e la situazione potrebbe andare a modificarsi nei prossimi giorni, quando la pista di Yas Marina sarà più gommata.

Alle spalle delle due W05 Hybrid si è inserita la McLaren di un ottimo Kevin Magnussen, che una volta passato alle gomme supersoft è riuscito a ridurre a meno di otto decimi il suo gap dalla vetta, precedendo la Red Bull di Sebastian Vettel, ultimo pilota ad essere riuscito ad infrangere il muro dell'1'43".

Risolti i problemi con la carrozzeria che lo hanno relegato ai box nella FP1, Valtteri Bottas ha concluso con il quinto tempo a poco meno di un secondo, ma sia lui che il compagno di squadra Felipe Massa (decimo), pagano davvero tantissimo nel terzo settore della pista rispetto alla concorrenza.

Dietro di lui c'è l'altra Red Bull di Daniel Ricciardo, mentre per trovare la prima delle Ferrari bisogna scorrere la classifica fino alla settima piazza occupata da Kimi Raikkonen: il finlandese paga 1"3 ed ha avuto nuovamente dei grossi problemi a trovare la messa a punto ottimale per la sua F14 T.

Sicuramente però è andata peggio a Fernando Alonso, che è stato costretto a parcheggiare mentre stava completando il suo primo giro lanciato a causa di un problema di natura elettrica. La sua Ferrari poi è stata riportata ai box ad una trentina di minuti dal termine, ma i meccanici del Cavallino non sono riusciti a trovare una soluzione per rimandarlo in pista, quindi lo spagnolo è in coda alla classifica senza tempi.

Ha iniziato a girare in ritardo anche Jenson Button, alla fine autore dell'ottavo tempo: mentre riparavano il problema alla sospensione posteriore rilevato nel turno di apertura, i meccanici della McLaren hanno scovato anche un guasto di natura idraulica e quindi c'è voluta circa una mezzora prima di vedere in pista l'ex campione del mondo.

Già detto del decimo tempo di Massa, davanti a lui si è inserita nella top ten anche la Toro Rosso di Daniil Kvyat, arrivato alla sua ultima uscita con la squadra faentina prima di fare il grande salto verso la Red Bull nel 2015.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Lewis Hamilton , Nico Rosberg
Articolo di tipo Ultime notizie