Rosberg: "Devo spingere Lewis a sbagliare"

Il leader del Mondiale però non sembra preoccupato per la sfida finale: "Non sento una pressione particolare"

Rosberg:

Gli annunci fatti oggi dalla Ferrari gli hanno un po' rubato la scena, ma sicuramente Lewis Hamilton e Nico Rosberg sono i due protagonisti più attesi del Gp di Abu Dhabi, atto conclusivo del Mondiale di Formula 1 2014.

I due piloti della Mercedes arrivano a Yas Marina separati tra loro da 17 lunghezze, ma con la regola del punteggio doppio il tedesco è autorizzato almeno a continuare a sognare, anche se il secondo posto darebbe la certezza aritmetica del titolo a Lewis.

Il figlio d'arte infatti ha già capito che se vuole essere lui a spuntarla, dovrà indurre il compagno di squadra all'errore: "Possono accadere molte cose, può succedere ad esempio che la williams parta bene e si metta tra di noi. Qui è molto difficile sorpassare. Ci sono vari scenari. Sono ottimista. Io devo fare quello che posso, tenere alta la pressione per spingerlo a commettere un errore. In Brasile ha commesso un errore, quindi qualche possibilità di vittoria del titolo c'è".

Una dichiarazione che però non sembra aver scalfito minimanente la convinzione del leader della classifica iridata: "Non sento una pressione particolare. Non cambia nulla: corro da 20 anni, sono preparato e sono qui per vincere".

Dopo l'incidente di Spa-Francorchamps e le successive polemiche, guai a parlare di eventuali scorrettezze: "Abbiamo parlato diverse volte durante la stagione, non siamo bambini, sappiamo quello che è giusto e quello che è sbagliato" ha detto Lewis, con Nico che ha lasciato intendere a sua volta che non crede che ci saranno problemi di questo tipo.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton , Nico Rosberg
Articolo di tipo Ultime notizie