Formula 1
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso

Esclusivo: sarà Mick Schumacher il tester Ferrari nei test in stagione con la Rossa?

condividi
commenti
Esclusivo: sarà Mick Schumacher il tester Ferrari nei test in stagione con la Rossa?
Di:
14 gen 2019, 12:48

Il tedesco, figlio del sette volte campione del mondo di F1, nei prossimi giorni potrebbe firmare come pilota FDA e dovrebbe essere il giovane pilota che guiderà la Rossa nei test in stagione. Nella lista ci sarà anche il diciottenne australiano Marcus Armstrong preferito a Callum Ilott.

La pianificazione delle attività dei team ad un mese dalla partenza per i test pre-campionato a Barcellona è un cantiere in piena attività. Tra le varie programmazioni, ovviamente non in cima alla lista delle priorità, ci sono anche i test ‘in-season’, prove di due giorni ciascuna che si terranno il martedì e mercoledì seguenti il Gran Premio di Bahrain e Spagna.

Di queste quattro giornate, due saranno dedicate ai piloti esordienti, ovvero driver che hanno disputato al massimo due Gran Premi. Nel 2018 questo ruolo è stato ricoperto in Ferrari da Antonio Giovinazzi, ma il passaggio del pugliese a pilota titolare Suaber, ha costretto i dirigenti di Maranello a trovare un’alternativa.

Da indiscrezioni raccolte negli ultimi giorni, è probabile che saranno due i giovani piloti ad essere utilizzati dalla Scuderia, ed uno è un nome destinato a fare notizia: Mick Schumacher!

Mick Schumacher con Kimi Raikkonen al GP d'Italia 2018

Mick Schumacher con Kimi Raikkonen al GP d'Italia 2018

Photo by: Sam Bloxham / LAT Images

Il suo ingresso nella Ferrari Driver Academy è vicino ad essere ufficializzato (deve ancora firmare il contratto, ma è ai dettagli), e Mick ha tutte le carte in regola per rivestire il ruolo di tester F1. È fresco vincitore della Formula 3 Europea, nel 2019 sarà impegnato a tempo pieno in Formula 2, ed in caso di necessità ha già la superlicenza Formula 1.

Un giorno di prove in Bahrain o a Barcellona (più probabile quest’ultima sede) sarebbe un’ottima opportunità di valutazione anche per i tecnici del Cavallino, visto che ad esclusione dei test Pirelli di fine stagione, non esistono possibilità di disputare altre prove ‘in-season’ con degli esordienti.

Ma al di là degli aspetti tecnici, per il mondo la notizia è quella di uno Schumacher che torna al volante di una Ferrari di Formula 1, tredici anni dopo quell’ultimo giro ufficiale che papà Michael completò alla Finali Ferrari di Monza tra la commozione di tutti i presenti.

È già certo che i primi passi di Mick sulla Rossa faranno il giro del mondo, e non potrebbe essere altrimenti. Oltre le emozioni c’è però anche la sostanza, e per la Ferrari il ruolo di Schumacher diventa strategico, visto che il vivaio (dopo il passaggio di Leclerc e Giovinazzi ai ‘piani alti’) avrà bisogno di un po' di tempo per proporre altri nomi.

Se a Maranello decideranno di concedere una delle due giornate ad un altro giovane, il nome di spicco è quello del diciottenne australiano Marcus Armstrong, che sarà impegnato in Formula 3, mentre sono in calo le quotazioni di Callum Ilott.

In panchina c’è anche Antonio Fuoco, che provò la Ferrari la SF16H due anni fa a Barcellona per l’ultima volta. Per il ventiduenne di Cariati il futuro sembra essere in Formula E o nelle ruote coperte, ma il suo bagaglio d’esperienza potrebbe essere molto utile alla Scuderia in caso di necessità.

Articolo successivo
Ferrari: Domenicali resta in Lamborghini, a Maranello si pensa alla Rossa 2019

Articolo precedente

Ferrari: Domenicali resta in Lamborghini, a Maranello si pensa alla Rossa 2019

Articolo successivo

Ferrari: la Rossa 2019 effettuerà un filming day il 17 febbraio a Barcellona

Ferrari: la Rossa 2019 effettuerà un filming day il 17 febbraio a Barcellona
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Roberto Chinchero