Ecco le risposte alle domande chiave sulle monoposto di F1 2021

condividi
commenti
Ecco le risposte alle domande chiave sulle monoposto di F1 2021
Jonathan Noble
Di: Jonathan Noble
Tradotto da: Marco Di Marco
15 set 2018, 10:17

Agli appassionati di Formula 1 è stata offerta questo fine settimana un'anteprima di come potrebbero essere le monoposto di Formula 1 del 2021. Ecco alcune domande che meritano una risposta.

Nonostante ci sia ancora molta strada da fare prima che le idee proposte diventino realtà, e le vetture possano effettivamente essere differenti, ci sono alcuni elementi principali dei concept che saranno sviluppati.

Guardiamo ad alcuni dei punti chiave che sono emersi dalla immagini dei concept mostrati e sentiamo cosa ha detto Ross Brawn, managig director del motor sport, circa i piani.

2021 concept rendering

2021 concept rendering

Photo by: FIA

Perché le immagini dei concept sono apparse adesso?

Le immagini dei concept di F1 non sono nuove. Si stava lavorando su questo progetto da oltre un anno, ma Liberty Media ha deciso di renderle pubbliche dopo che un’immagine rubata ha iniziato a circolare sui social media.

Brawn ha mostrato una anticipazione del design durante un seminario al quale hanno partecipato anche i fans e non si aspettava  che le foto potessero circolare.

“Stavo tenendo una lezione a giovani studenti di ingegneria, scienza e tecnica – ha dichiarato Brawn – e quando ho mostrato questa immagine sullo schermo tutti hanno tirato fuori gli smartphone”.

Una volta che le immagini hanno iniziato a circolare sui sociale media non ha avuto più senso tenere nascosti i progressi e per questa ragione sono state presentate in questo weekend le altre immagini dei concept.

2021 concept rendering

2021 concept rendering

Photo by: FIA

L’idea alla base è solo quella di creare vetture più affascinanti?

Liberty Media vuole delle vetture dal look più attraente a partire dal 2021, ma la priorità di Brawn è quella di avere delle gare più avvincenti.

Uno dei problemi principali delle attuali vetture è quello della difficoltà nei sorpassi e questo è causato dalla difficoltà delle monoposto di seguire da vicino l’auto che le precede.

Brawn ha affermato che, grazie ai dati in suo possesso, la vetture del 2019 perdono il 50% del carico aerodinamico quando si trovano in scia ad un’altra vettura.

“Uno dei principali obiettivi sui quali si è lavorato è stato quello di migliorare la possibilità per le auto di stare vicine senza perdere una quantità significativa di performance”.

“Le vetture attuali, quando si trovano ad una distanza di due o tre auto, perdono circa il 50% dello loro performance. Per questo motivo quando ci sono piloti sulla stessa strategia e con gomme con lo stesso numero di giri soffrono nell’effettuare sorpassi su alcuni tracciati”.

“Quando ti trovi in quelle condizioni perdi aderenza e le gomme degradano rapidamente. Per questo motivo il primo obiettivo che vogliamo raggiungere è quello di creare vetture che possano stare vicine tra loro. Con il design che abbiamo presentato si perde soltanto il 20% di performance”.

Per riuscire a raggiungere questo obiettivo le nuove vetture dovranno produrre meno downforce tramite le ali ed aumentare l’effetto suolo tramite il fondo.

2021 concept rendering

2021 concept rendering

Photo by: FIA

Le nuove vetture saranno veloci come quelle attuali?

La Formula 1 ha creato un grande sforzo con le regole 2017 che hanno regalato le vetture più veloci della storia. In alcuni tracciati i record sono stati abbattuti con regolarità.

Nonostante l’intero sport chieda vetture in futuro super veloci, la realtà è diversa dato che la riduzione della downforce comporterà una diminuzione della velocità nel 2021.

Brawn non crede che uno scenario simile sia drammatico perché, secondo lui, la velocità delle monoposto attuali dovrà essere limitata in futuro dato che è aumentata senza controllo.

Quando gli è stato chiesta una opinione sulle performance delle vetture del 2021 paragonate a quelle attuali Brawn ha risposto: “Credo che saranno inferiori a quelle attuali”.

“Le monoposto di questa stagione sono impressionanti, ma se si proseguirà con questo sviluppo sarà necessario porre un freno”.

“Credo che i regolamenti del prossimo anno costituiranno un passo indietro e quindi sarà necessario compiere degli aggiustamenti, ma questo accade inevitabilmente in Formula 1”.

“La downforce assoluta sarà minore, ma credo che sarà più importante il tipo di downforce e come influisce sulla vettura piuttosto che il livello assoluto”.

Brawn è poi stato chiaro nell’affermare come una riduzione della downforce non sia necessariamente un male per le corse.

“L’esperienza vista in IndyCar è interessante. Hanno ridotto notevolmente i livelli di downforce ed hanno avuto riscontri positivi sui circuiti stradali per quel che riguarda lo stile di guida”.

Ross Brawn with the 2021 F1 concept story

Ross Brawn with the 2021 F1 concept story

Photo by: Uncredited

Le ruote potranno essere coperte?

La Formula 1 ha per molto tempo mostrato vetture con abitacoli aperti e ruote scoperte, quindi una delle sorprese delle immagini è stata la presenza di elementi aerodinamici posti in prossimità delle ruote.

Brawn ha affermato che questa scelta possa andare oltre le vetture del 2021 perché aiuterà a ridurre i disturbi aerodinamici creati dalle ruote.

“Una delle cose più interessanti alla quale stiamo lavorando è l’area attorno alle ruote”.

“Le Formula 1 sono dotate di abitacolo aperto e ruote scoperte, ma i flussi d’aria attorno alle ruote creano dei disturbi aerodinamici”.

“Stiamo cercando di non carenare le ruote ma avere degli elementi intorno alle stesse che aiutino a pulire i flussi così da non penalizzare le condizioni della vetture che segue”.

Tutti i dispositivi posti in prossimità delle ruote avranno funzioni prettamente aerodinamiche e non saranno utilizzati per ragioni di sicurezza in caso di scontro tra monoposto.

“Non stiamo guardano a questo aspetto. Una scelta simile cambierebbe notevolmente la natura delle vetture”.

“Come probabilmente saprete, in IndyCar hanno adottato questo dispositivo per qualche anno ed hanno optato per la rimozione dato che non hanno visto benefici”.

2021 concept rendering

2021 concept rendering

Photo by: FIA

Le regole della Formula 1 potranno andare contro questo design così come visto con i musi attuali?

La Formula 1 ha spesso ottimi intenti quando si studiano i regolamenti per migliorare le gare.

Tuttavia le conseguenze sono spesso quelle di avere parti terribili delle monoposto, come i terribili musi visti per molti anni o le recenti pinne e T-wings.

Presentare delle vetture belle esteticamente è una cosa buona in teoria, ma il rischio è quello che i team possano stravolgere il design per ottenere un incremento di performance.

Brawn è consapevole di questo rischio, ma ha affermato come gli sforzi saranno compiuti per fare in modo che tutti vadano nella stessa direzione per il 2021.

“Non pretendo di trovare da un giorno all’altro la soluzione perfetta per l’estetica delle auto perché, nonostante tutti i  nostri sforzi, non saremo mai in grado di anticipare le mosse dei team”.

“Dobbiamo fare il nostro meglio per redigere un regolamento che non sia ambiguo, ma non possiamo garantirlo a priori”.

“L’obiettivo principale è quello di rispondere velocemente quando avverranno cose non comprese. Siamo incoraggiati dalla attuale collaborazione con i team, ma in futuro questa situazione cambierà quando entreranno in modalità competitiva”.

2021 concept rendering

2021 concept rendering

Photo by: FIA

Quando verrà varato il nuovo regolamento?

Nonostante il 2021 sembri molto lontano, i team di F1 vorranno sapere a breve se dovranno preparasi ad un cambiamento radicale nel design delle monoposto.

Brawn crede che ormai si stia lavorando sui dettagli ed il regolamento potrà essere varato alla fine del prossimo anno.

“Realisticamente credo che il termine sarà la fine del prossimo anno così da consentire ad ogni team di avere un anno per poter lavorare sul progetto vettura”.

“Quello che non dobbiamo fare è lasciare poco tempo. Al contrario, con le massime risorse si potrà fare un lavoro ottimale”.

“Ci saranno sempre benefici dall’esperienza pregressa e dall’avere ottime risorse, ma se rilasci un regolamento troppo tardi ne beneficeranno sempre i team più grandi”.

Prossimo articolo Formula 1
Video: vi piace il rendering della Ferrari 2021 oppure preferite la SF71H? Fateci sapere...

Articolo precedente

Video: vi piace il rendering della Ferrari 2021 oppure preferite la SF71H? Fateci sapere...

Articolo successivo

Singapore, Libere 3: Vettel scaccia la paura e batte il record della pista

Singapore, Libere 3: Vettel scaccia la paura e batte il record della pista
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Jonathan Noble
Tipo di articolo Analisi