Ecco cosa si è rotto sull'ala anteriore della RB14 di Ricciardo in gara al Paul Ricard!

condividi
commenti
Ecco cosa si è rotto sull'ala anteriore della RB14 di Ricciardo in gara al Paul Ricard!
Jonathan Noble
Di: Jonathan Noble
25 giu 2018, 11:13

Motorsport.com vi mostra come Daniel Ricciardo abbia dovuto fare i conti nel corso del GP di Francia con una serie di rotture all'ala anteriore che hanno progressivamente compromesso la sua gara.

Nelle prime fasi del Gran Premio di Francia, rese piuttosto concitate dall'incidente che ha coinvolto Sebastian Vettel e Valtteri Bottas, Daniel Ricciardo sembrava poter essere in grado di lottare con il compagno di squadra Max Verstappen per la seconda piazza alle spalle dell'imprendibile Lewis Hamilton dopo aver superato la Renault di Carlos Sainz.

Le speranze dell'australiano sono crollate a causa del danneggiamento dell'ala anteriore. Le cause di questa rottura - verificatasi in più punti come vedremo nel corso dell'articolo - non è ancora stata trovata dal team di Milton Keynes.

Il risultato di queste rotture è stato dal punto di vista sportivo molto negativo per Daniel, che ha dovuto fare i conti con un forte sottosterzo che lo ha reso impotente nel duello con Kimi Raikkonen per la terza posizione, ottenuta poi senza troppi problemi dal pilota della Ferrari.

Ecco i momenti che mostrano come la situazione di Ricciardo è progressivamente peggiorata nel corso della gara svolta ieri al Paul Ricard.

Inizio gara

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14, battles with Carlos Sainz Jr., Renault Sport F1 Team R.S. 18
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14, supera Carlos Sainz Jr., Renault Sport F1 Team R.S.18

Photo by: Zak Mauger / LAT Images

La foto che immortala il sorpasso di Ricciardo nei confronti della Renault di Carlos Sainz mostrano come l'ala anteriore della RB14 numero 3 sia ancora in perfette condizioni, anche perché non aveva subito alcun danno nel caotico primo giro del Gran Premio.

La prima volta in cui Ricciardo si è reso conto di avere un problema sulla sua monoposto è avvenuto nel corso del suo pit stop, fatto al 29esimo giro. Il team non ha potuto fare altro che prendere atto del problema..

L'allerta al pit stop

Come mostra la foto che potete osservare poco sopra, due elementi superiori di sinistra dell'ala anteriore della RB14 di Ricciardo sono già mancanti a questo punto della gara.

Mentre il danno è in gran parte oscurato dalla gamba sinistra di un meccanico nella foto sottostante, un altro addetto al cambio gomme che lo affianca sembra indicare il punto in cui si è verificato il cedimento sull'ala della Red Bull di Ricciardo.

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14, makes a pit stop
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14, al pit stop

Photo by: Glenn Dunbar / LAT Images

Il team ha ritenuto sospetto che le componenti avessero ceduto due giri prima del pit stop, anche se non era chiaro cosa avesse provocato il problema sull'ala.

Da quel momento il passo di Ricciardo ha iniziato ad alzarsi, a essere più lento, mostrandosi improvvisamente non in grado di poter mantenere lo stesso passo del compagno di squadra Max Verstappen che occupava la seconda posizione.

Il cedimento della seconda parte di ala

Le cose sono andate anche peggio quando gli stessi due elementi dell'ala si sono staccati anche dalla parte speculare - quella destra - nel secondo stint di gara di Ricciardo.

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14

Photo by: Steven Tee / LAT Images

Come mostra l'ultima fotografia dell'articolo, che potete trovare proprio qui sopra, entrambi i lati dell'ala anteriore della RB14 di Ricciardo hanno subito il medesimo cedimento negli elementi superiori.

La situazione è stata particolarmente difficile per l'australiano, perché aveva optato per correre in gara (e anche nelle Qualifiche) con un assetto ad alto carico aerodinamico. Questo significa che ha dovuto cercare di trovare un equlibrio nelle regolazioni all'anteriore per evitare di soffrire eccessivamente il sottosterzo.

I cedimenti hanno reso la situazione ancora peggiore. Quasi insostenibile. A un certo punto della gara era chiaro che Daniel non avesse alcuna speranza di mantenere la terza posizione.

Al termine della gara, Ricciardo ha detto: "Abbiamo avuto molta meno deportanza e avevo sottosterzo. Così Kimi ha avuto vita facile nel riprendermi dato il ritmo che avevo... Avevo la monoposto danneggiata da poco prima di fare il pit stop".

Articolo successivo
Verstappen punge i media: "Ora dovreste dire anche a Vettel di cambiare approccio"

Articolo precedente

Verstappen punge i media: "Ora dovreste dire anche a Vettel di cambiare approccio"

Articolo successivo

Williams e McLaren "nobili decadute": ma se non avessero ancora toccato il fondo?

Williams e McLaren "nobili decadute": ma se non avessero ancora toccato il fondo?
Carica i commenti