Ecclestone: "La Ferrari può vivere senza F.1, ma non il contrario"

Mister E con Auto Motor und Sport ha ammesso: “Se a parlare fosse stato Montezemolo non lo avrei preso sul serio, perché il motorsport era la vita di Luca. Ma Sergio può vivere senza la F.1, credo che sia interessato per lo più al solo business".

Ecclestone: "La Ferrari può vivere senza F.1, ma non il contrario"
Bernie Ecclestone, Presidente Emerito della Formula 1
Logo Ferrari sulla SF70H
Arrivabene, Marchionne e Binotto al pranzo di Natale Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H

Bernie Ecclestone ha messo in guardia chi tratta con la Ferrari il rinnovo del Patto della Concordia. Se le linee guida del Circus che entreranno in vigore a partire dal 2021 non saranno di gradimento, a Maranello potrebbero anche prendere la decisione estrema. E’ questa la linea di Sergio Marchionne, che ha diviso l’opinione degli addetti ai lavori.

C’è chi vede la minaccia del numero uno del Cavallino come una boutade, e chi invece sostiene che non ci sia nulla di recitato, e che al contrario le intenzioni siano serie. Tra questi ultimi c’è Bernie Ecclestone, che ha anche motivato la sua opinione.

“Se a parlare fosse stato Luca di Montezemolo – ha dichiarato Mr. E ad Auto Motor und Sport – non credo che lo avrei preso sul serio, perché il motorsport era la vita di Luca. Ma Sergio può vivere senza la Formula 1, credo che sia interessato per lo più al solo business".

"Per lui la cosa più importante è offrire un buon risultato agli azionisti, e se la Formula 1 non sarà più un contesto gradito, allora potrebbe fermarsi. Temo che la Ferrari possa vivere senza la Formula 1, ma non il contrario”.

Ecclestone ha poi confermato che l’aumento dello share televisivo registrato dalla Formula 1 nella stagione 2017 è da imputare al ritorno alla competitività del Cavallino...
“Ho aspettato cinque anni che la Ferrari di svegliasse – ha ribadito Mr.E – e finalmente è accaduto. E il duello con la Mercedes ha riacceso l’interesse dei tifosi. Mi sono scusato ancora con gli organizzatori per aver venduto loro molto cara una Formula 1 che negli ultimi anni è stato un monologo Mercedes, ma ora possono tornare ad avere un prodotto che può ripagare l’investimento fatto”.

condividi
commenti
Le Ferrari F.1 mitiche: la 312 T2 dal rogo al secondo mondiale di Niki

Articolo precedente

Le Ferrari F.1 mitiche: la 312 T2 dal rogo al secondo mondiale di Niki

Articolo successivo

Le Ferrari F.1 mitiche: con la 312 T3 nasce il mito di Gilles Villeneuve

Le Ferrari F.1 mitiche: con la 312 T3 nasce il mito di Gilles Villeneuve
Carica i commenti