Ecclestone: "Ho pagato per il silenzio"

Mister E ha testimoniato al processo relativo alla vendita dei diritti della Formula 1

Ecclestone:
Non era lui l'imputato, ma ieri Bernie Ecclestone è stato costretto a recarsi a Monaco di Baviera per testimoniare al processo contro Gerhard Gribkowsky, cioè quello relativo alla vendita dei diritti della Formula 1 da parte della Bayerische Landesbank. Il nodo dell'interrogatorio è stato ovviamente il versamento di 44 milioni in nero che Mister E ha fatto proprio a Gribkowsky, detenuto con l'accusa di corruzione, truffa ed evasione fiscale. Bernie ha ribadito ancora di aver pagato quella somma, spiegando di averlo fatto per comprare il suo silenzio. "Avevo il timore che potesse rivelare al fisco inglese cose su di me che mi avrebbero potuto recare grave pregiudizio e portato ad un disastro economico, fino a due miliardi di sterline" ha detto Ecclestone, aggiungendo di essere stato aiutato da Flavio Briatore per reperire questi fondi. Riguardo ai 66 milioni di dollari ricevuti dalla banca tedesca, Bernie ha detto che si trattava della sua percentuale per aver favorito la chiusura della trattativa con la CVC: "E' il 5 percento della somma incassata, mediazione consueta. Ma credo che avrei dovuto ricevere molto, molto di più".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie