Dopo la fatica ungherese Hamilton teme l'effetto long COVID

Lewis Hamilton teme di soffrire ancora i postumi del coronavirus contratto l'anno scorso, dopo essere stato assistito da un medico del team dopo il Gran Premio d'Ungheria di Formula 1.

Dopo la fatica ungherese Hamilton teme l'effetto long COVID

Il campione del mondo era estremamente affaticato e ha sentito qualche lieve vertigine dopo aver combattuto duramente per conquistare podio all'Hungaroring.

Dopo essersi sentito a disagio sul podio, ha ritardato i suoi impegni post-gara con i media in modo da poter essere visitato dal medico del team Mercedes. Sentendosi meglio in seguito, Hamilton è debitamente apparso alla conferenza stampa obbligatoria della FIA e ha anche completato le sue interviste televisive regolarmente.

Ma parlando della situazione, Hamilton ha detto che lo sforzo fatto in Ungheria gli hanno tolto davvero le forze.

"Sono così esausto. È stata una delle esperienze più strane che abbia avuto sul podio", ha detto Hamilton, che ha saltato il Gran Premio di Sakhir dello scorso anno a dicembre a causa del COVID-19.

Leggi anche:

"Ho avuto delle vere e proprie vertigini e tutto è diventato un po' sfocato sul podio. Ho lottato tutto l'anno, davvero, a livello di salute dopo quello che è successo alla fine dell'anno scorso ed è ancora... è una battaglia".

Hamilton ha rivelato che in Ungheria non è stata la prima volta che ha sentito più fatica del normale quest'anno, e sospetta che il "long COVID" - con il quale le vittime del virus soffrono di stanchezza per mesi dopo aver preso il coronavirus - potrebbe essere la causa.

"Non ne ho parlato con nessuno in particolare, ma penso che sia persistente", ha detto. "Ricordo gli effetti di quando l'ho avuto, e l'allenamento è stato diverso da allora. I livelli di fatica che si ottengono sono diversi ed è una vera sfida".

"Continuerò semplicemente a cercare di allenarmi e prepararmi nel miglior modo possibile. Forse è l'idratazione, non lo so, ma sicuramente non avevo mai avuto un'esperienza così. Ho avuto quel qualcosa di simile a Silverstone, ma questo è molto peggio".

 

Il vincitore della gara Esteban Ocon ha detto di non essere sorpreso che Hamilton si sentisse così stanco: il francese ritiene che il caldo ed il layout della pista abbiano reso la gara di domenica una vera sfida.

"È stata davvero una gara difficile", ha detto il pilota dell'Alpine. "In generale, su questa pista, con il caldo, l'umidità, le curve e si ottiene una combinazione tosta".

"Non hai un attimo di respiro qui, quindi devi davvero lottare con la macchina fino alla fine. Mi sento anche completamente morto. Non so se Lewis abbia un certo problema o meno, ma vi dico che avrò un buon sonno anche stanotte".

condividi
commenti
Masi spiega: "Tutti in pit lane al via? Ecco cosa avremmo fatto"
Articolo precedente

Masi spiega: "Tutti in pit lane al via? Ecco cosa avremmo fatto"

Articolo successivo

GP d'Ungheria: Hamilton, rimonta da leader del mondiale

GP d'Ungheria: Hamilton, rimonta da leader del mondiale
Carica i commenti