Delusione Verstappen: "Qui non si riesce a superare la Mercedes"

Max Verstappen non nasconde un sorriso amaro dopo la Sprint Qualifying del Gran Premio di San Paolo. Sul tracciato di Interlagos, l'olandese è giunto in seconda posizione alle spalle della W12 di Valtteri Bottas, dopo essersi fatto infilare dal finlandese in partenza

Delusione Verstappen: "Qui non si riesce a superare la Mercedes"

I mondiali, in Formula 1, si conquistano oltre che con il talento e con la vettura più performante, anche con una buona dose di ragionamento. E questo non è mancato a Max Verstappen in occasione della Sprint Qualifying di Interlagos. 

Leggi anche:

Sul tracciato di San Paolo, l'olandese si è fatto infilare da Valtteri Bottas al via, perdendo la prima posizione dello schieramento ottenuta dopo la squalifica inflitta a Lewis Hamilton. Il leader della classifica iridata ha provato a colmare il gap con la W12 numero 77, ma nonostante fosse su una mescola più redditizia nel medio periodo, ha dovuto alzare ugualmente bandiera bianca.

Dopo essere stato attaccato anche dalla Ferrari SF21 di Carlos Sainz, Max è tornato a spingere, facendo un sol boccone della Rossa dello spagnolo e cercando di insidiare la Mercedes di Bottas, senza tuttavia avere successo

 

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

Intervistato dopo la bandiera a scacchi da Felipe Massa, Verstappen non nasconde la propria delusione. "Loro sono velocissimi in rettilineo, devi fare delle curve praticamente perfette per riuscire a passarlo. Oggi era impossibile, ma domani ci riproverò", dichiara Max.

"La partenza non è stata sicuramente delle migliori. Avevo una mescola più dura di Valtteri, fattore che non mi ha aiutato a scaricare tutta la potenza sull'asfalto in pista. Non è stato il momento più semplice del sabato, poi però il passo era abbastanza buono. Qui però una volta che ti avvicini non riesci a superare, se hai un ritmo simile a chi ti sta davanti".

Lewis Hamilton, rivale per la corsa al titolo di Verstappen, ha chiuso la corsa alle spalle della Red Bull di Sergio Perez, in quinta posizione. A fronte delle cinque posizioni di penalità da scontare sulla griglia di domenica per aver sostituito il motore termico della sua W12, a conti fatti l'inglese partirà in decima posizione. Max, con una situazione simile, ha una chance concreta per aumentare la propria forbice in classifica mondiale.

condividi
commenti
Hamilton: "La rimonta? Volevo che niente potesse abbattermi"
Articolo precedente

Hamilton: "La rimonta? Volevo che niente potesse abbattermi"

Articolo successivo

L'Hamilton libero di attaccare è capace di qualsiasi impresa

L'Hamilton libero di attaccare è capace di qualsiasi impresa
Carica i commenti