Crash Bottas-Russell: nessuna sanzione per i due piloti

Il contatto avvenuto al giro 33 ha costretto al ritiro il britannico della Williams ed il finlandese della Mercedes, ma i commissari hanno liquidato il tutto come un normale incidente di gara.

Crash Bottas-Russell: nessuna sanzione per i due piloti

Nessuna penalità inflitta a Valtteri Bottas ed a George Russell per il violente incidente che ha caratterizzato il Gran Premio dell’Emilia Romagna. E’ questa la decisione presa dalla direzione gara dopo aver ascoltato il finlandese della Mercedes e l’inglese della Williams.

La dinamica dell’incidente è stata analizzata sentiti anche i due piloti. Al giro 33 Bottas e Russell si trovavano in lotta per la nona posizione, quando il britannico, subito dopo aver spalancato il DRS, ha affiancato Valtteri per poi perdere il controllo della propria monoposto dopo aver messo la posteriore destra sull’erba bagnata.

Russell ha colpito la fiancata della W12 di Bottas e si è schiantato contro i muretti a bordo pista. Identica sorte è toccata al finlandese andato ad impattare contro le protezioni pochi metri più avanti.

 

George, solitamente molto calmo ed educato, ha immediatamente aggredito il pilota della Mercedes e nel corso delle interviste post gara ha rincarato la dose accusando il finlandese di aver effettuato un minimo cambio di traiettoria che ha scatenato il caos.

Bottas, in sua difesa, ha invece accusato Russell di aver commesso un errore e di non aver compiuto alcun cambio di traiettoria improvviso.

A mettere pace tra i due sono intervenuti i commissari che hanno liquidato il tutto come un normale incidente di gara, lasciando perplesso più di un addetto ai lavori.

Leggi anche:

"In nessun momento i due piloti hanno compiuto manovre errate. La pista sembrava non essere particolarmente bagnata, ma nel punto di approccio più vicino al lato destro della pista  gli pneumatici del lato destro della vettura numero 63 hanno attraversato una zona bagnata e la macchina ha sbandato di colpo. La vettura, inoltre, poteva contare su una scarsa deportanza posteriore dovuta al DRS aperto”.

"Considerando le condizioni i Commissari Sportivi concludono che si è trattato di un incidente di gara considerando e non prendono ulteriori provvedimenti".

Una decisione che dovrà essere accettata a malincuore da Russell e che sicuramente farà discutere il paddock in occasione della prossimo round di Barcellona.

condividi
commenti
Hamilton: "E' la prima volta che sbaglio dopo tanto tempo"
Articolo precedente

Hamilton: "E' la prima volta che sbaglio dopo tanto tempo"

Articolo successivo

Norris: "Ora ci giochiamo il podio per merito nostro"

Norris: "Ora ci giochiamo il podio per merito nostro"
Carica i commenti