Formula 1
G
GP del Portogallo
02 mag
Prove Libere 1 in
15 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
21 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
59 giorni
G
GP di Francia
27 giu
Gara in
73 giorni
04 lug
Prossimo evento tra
77 giorni
G
GP di Gran Bretagna
18 lug
Gara in
94 giorni
G
GP d'Ungheria
01 ago
Gara in
108 giorni
G
GP del Belgio
29 ago
Gara in
136 giorni
05 set
Gara in
143 giorni
12 set
Gara in
150 giorni
G
GP della Russia
26 set
Gara in
164 giorni
G
GP di Singapore
03 ott
Prossimo evento tra
168 giorni
G
GP del Giappone
10 ott
Gara in
178 giorni
G
GP degli Stati Uniti
24 ott
Race in
192 giorni
G
GP del Messico
31 ott
Gara in
199 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Gara in
241 giorni
Come Verstappen ha stravolto il settore giovani Red Bull
Prime

Come Verstappen ha stravolto il settore giovani Red Bull

Di:

Max Verstappen è stato il grande colpo Red Bull delle ultime stagioni. Ma il suo approdo non ha portato solo benefici al team di Milton Keynes. Andiamo ad analizzare cosa abbia portato Horner e Marko a scegliere Perez e a interrompere l'approdo di piloti della propria academy nel team di F1.

Alla fine della stagione 2004, dopo ben nove anni trascorsi in McLaren, David Coulthard si fece da parte accettando una nuova scommessa per l’ultima parte della sua carriera, legandosi alla neonata Red Bull. Nel 2005 e 2006 ‘DC’ fu la chioccia di tre giovani piloti del vivaio gestito da Helmut Marko, Christian Klien, Vitantonio Liuzzi e Robert Doornbos. Nel 2007 al fianco di Coulthard (complice l’entrata in servizio del junior team Toro Rosso) arrivò un pilota di maggior esperienza, Mark Webber, reduce da due stagioni in Williams. La trattativa tra l’australiano e la Red Bull si concretizzò nell’autunno del 2006, ovvero quattordici anni fa.

Dopo l’ingresso di Webber, che sarebbe poi rimasto nel team ben sette anni, i piloti che hanno guidato una Red Bull sono stati esclusivamente giovani provenienti dal vivaio, ovvero il progetto Red Bull Junior Team. Questo fino a qualche giorno fa, quando Sergio Perez ha siglato l’accordo che lo conferma in pista nel 2021 al fianco di Max Verstappen. “È stata una decisione incredibilmente difficile – ha commentato Christian Horner - tutti noi volevamo vedere Albon crescere e conservare il suo sedile. Per abbiamo concordato di non prendere alcuna decisione prima della fine della stagione, in modo da avere un quadro il più completo possibile. Ed è ovviamente ciò che abbiamo fatto, e alla fine valutando i risultati tra i due nostri piloti la decisione è maturata da sola”.

condividi
commenti

Alfa Romeo: i due pattini sotto all'ala sono incurvati verso l'alto

Le squadre di F1 hanno già preso possesso dei box di Imola: l'Alfa Romeo ha aperto i garage e parcheggiato i musi della C41 sui cavalletti in pit lane offrendoci l'opportunità di vedere meglio i due convogliatori di flusso sotto all'ala anteriore che sono incurvati verso l'alto nel bordo d'uscita. Non è una novità, perché questa soluzione era in uso già in Bahrain, ma non si era vista.

Mercedes: nuova divisione dei compiti a livello tecnico Prime

Mercedes: nuova divisione dei compiti a livello tecnico

La squadra di Brackley la scorsa settimana ha ufficializzato che James Allison farà un passo indietro e dal 1 luglio cambierà ruolo per lasciare la figura di direttore tecnico a Mike Elliott. Andiamo a scoprire cosa c'è dietro a questa decisione e quali implicazioni avrà nel breve e nel futuro.

Verstappen riuscirà a vincere la "maledizione" dei GP italiani?

L'olandese della Red Bull è dato come il grande favorito nel GP del Made in Italy e dell'Emilia Romagna, perché dispone della RB16B che è considerata la monoposto più competitiva del momento, ma Max deve fare i conti con una tradizione negativa che non lo ha mai portato a vincere, né a salire sul podio nelle gare tricolori. Riuscirà a rompere l'incantesimo domenica all'Enzo e Dino Ferrari.

F1: Domenicali boccia il format del weekend di due giorni

Stefano Domenicali ha rigettato l'idea di una modifica del format del weekend di gara dichiarando fedeltà al programma di 3 giorni per soddisfare le richieste dei promoter degli eventi.

GP di Imola: la simulazione detta un tempo da pole di 1'15"

In Bahrain Max Verstappen ha conquistato la prima pole stagionale con la Red Bull con un tempo che è stato di 1"733 più lento rispetto al record di Lewis Hamilton dello scorso anno. Stando al lavoro svolto dai team sui simulatori la pole all'Enzo e Dino Ferrari dovrebbe ridurre il gap di circa tre decimi, con una prestazione più lenta di 1"4 rispetto al 2020. Nel paddock, però, c'è chi scommette che si possa andare sotto l'1'15".

Mick Schumacher: "Imola? Ottimi ricordi dai tempi della F4"

Il tedesco è pronto ad affrontare il tracciato di Imola e sfrutterà gli appunti di quando correva nelle categorie propedeutiche per preparare al meglio la sua seconda gara in Formula 1.

Ceccarelli: “Capelli all’inizio sbagliava alimentazione” Prime

Ceccarelli: “Capelli all’inizio sbagliava alimentazione”

Terza puntata della rubrica Doctor F1 in compagnia di Franco Nugnes e del dottor Riccardo Ceccarelli, medico con esperienza ultratrentennale in Formula 1. In questa puntata, andiamo a toccare il delicato tema dell'alimentazione di un pilota

Ceccarelli: “Senna oggi non sarebbe stato il pilota più allenato”

Torniamo a parlare di medicina - in senso ampio del termine - in Formula 1 in compagnia del Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine. In questa puntata, in compagnia del Direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes, viene toccato il delicato tema dell'alimentazione del pilota.

Budkowski: "Il ritorno di Alonso sarà molto complicato"

Articolo precedente

Budkowski: "Il ritorno di Alonso sarà molto complicato"

Articolo successivo

La storia di... Jenson Button

La storia di... Jenson Button
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team Red Bull Racing
Autore Roberto Chinchero