Che cos'è la pausa estiva della F1, perché avviene e quanto dura?

La Formula 1 è entrata in pausa estiva dopo il Gran Premio d'Ungheria, ma cos'è la pausa estiva, perché c'è e cosa fanno i team durante la pausa? Scopriamolo insieme.

Che cos'è la pausa estiva della F1, perché avviene e quanto dura?

Dopo un'estenuante serie di 13 gare in 20 settimane, il paddock della Formula 1 è entrato in pausa estiva ad agosto, subito dopo il GP d'Ungheria.

Non ci saranno gare ufficiali di F1 per un mese intero, con le squadre che si ritroveranno al Gran Premio del Belgio a Spa-Francorchamps dal 26 al 28 agosto.

Ciò significa più di tre settimane di pausa dalla routine del circus della F1 e dai viaggi in tutto il mondo ma, anche se tutte le parti coinvolte si godranno un po' di meritato riposo, non significa che tutto chiuda per l'intero periodo.

Sergio Perez, Red Bull Racing RB18

Sergio Perez, Red Bull Racing RB18

Photo by: Red Bull Content Pool

Che cos'è la pausa estiva della Formula 1?

La pausa estiva della F1 è talmente fondamentale che è stata inserita nel regolamento sportivo, con tanto di sanzioni per i team che non si attengono alle regole.

In senso generale, la pausa estiva della F1 è il periodo che intercorre tra l'ultima gara di luglio - per il 2022 si tratta del GP d'Ungheria del 29-31 luglio - e la prima gara di ritorno a fine agosto o inizio settembre. Quest'anno si tratta del GP del Belgio, il 26-28 agosto.

Per i team, quando non ci sono gare o test ufficiali a cui partecipare o per cui prepararsi fino alla fine della pausa estiva della F1, c'è anche una chiusura obbligatoria delle fabbriche in cui il lavoro è strettamente limitato alle sole funzioni di base.

Questa regola è disciplinata dall'articolo 21.8 del regolamento sportivo FIA: "Tutti i concorrenti devono osservare un periodo di chiusura di quattordici (14) giorni consecutivi durante i mesi di luglio e/o agosto".

In questo periodo i team non possono lavorare alla progettazione, allo sviluppo o alla produzione di parti della vettura, compresa la pianificazione o lo svolgimento di riunioni.

Anche i tunnel del vento o la lavorazione di parti non possono essere eseguiti in nessun momento durante il periodo di 14 giorni, ma sono consentiti lavori essenziali come l'assistenza e la manutenzione.

Le squadre di F1 possono riparare le vetture danneggiate, ma devono ottenere l'autorizzazione della FIA per poter operare, mentre sono consentite tutte le attività non legate direttamente alla squadra.

I team di F1 possono attivare il periodo di fermo di 14 giorni in qualsiasi momento della pausa estiva, e la maggior parte dei team, solitamente, opta per le due settimane intermedie per avere il tempo di disfare le valigie dalla gara precedente e prepararsi per la gara successiva al break.

George Russell, Mercedes W13, Charles Leclerc, Ferrari F1-75, Carlos Sainz, Ferrari F1-75, Lando Norris, McLaren MCL36, Lewis Hamilton, Mercedes W13

George Russell, Mercedes W13, Charles Leclerc, Ferrari F1-75, Carlos Sainz, Ferrari F1-75, Lando Norris, McLaren MCL36, Lewis Hamilton, Mercedes W13

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Ma le squadre di F1 non sono obbligate a svolgere i 14 giorni di pausa nello stesso periodo, quindi alcuni team possono iniziare o terminare il periodo prima di altri.

La pausa estiva è stata utilizzata anche durante la stagione 2020, condizionata dal COVID-19, quando è stata anticipata a marzo e aprile per consentire l'inizio e la concomitanza della stagione a partire da luglio.

Sebbene le norme del regolamento sportivo si applichino a tutti i team, in generale entrano in gioco anche la FIA, i commissari di gara, i fornitori, i media e le altre parti interessate coinvolte nella serie che assicurano che la F1 possa correre.

Perché la Formula 1 ha una pausa estiva?

Da quando il calendario della F1 si è allungato fino a superare le 20 gare in ogni stagione, la pausa estiva è stata introdotta per garantire il tempo libero, con regole stabilite per impedire alle squadre di sfruttarla per ottenere un vantaggio competitivo.

È anche un modo per tenere sotto controllo i costi, essendo stata introdotta molto prima del budget cap, perché significa che ogni squadra di F1 deve mettere in pausa il lavoro di sviluppo e ricerca.

Inoltre, consente al personale delle squadre di trascorrere del tempo lontano dalla F1 e dal lavoro per rilassarsi con la famiglia e gli amici prima che l'azione riprenda nella frenetica corsa verso la parte finale della stagione.

Lando Norris, McLaren MCL36

Lando Norris, McLaren MCL36

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Dato che le squadre di F1 si mettono al lavoro subito dopo la pausa natalizia, questo è il primo vero periodo di stop al lavoro per molti reparti di ogni squadra. È anche una pausa tempestiva prima che il lavoro riprenda per la fine della stagione e si concentri sul campionato successivo.

Cosa succede durante la pausa estiva della F1?

Ciò che accade durante la pausa estiva varia a seconda di ogni reparto di un team di F1, ma per la stragrande maggioranza tutto il lavoro si ferma durante i 14 giorni di chiusura. Ciò riguarda tutte le aree che lavorano specificamente sulle prestazioni o sulla gestione del team di F1 e delle vetture da cima a fondo.

Solo alcuni reparti possono continuare a lavorare, e sono quelli che non hanno un impatto diretto sulle prestazioni della vettura: principalmente marketing, finanza e ufficio legale.

Al di fuori del periodo di chiusura obbligatorio di 14 giorni, tutte le aree di un team di F1 possono operare normalmente, nel rispetto delle regole e dei limiti previsti nel corso della stagione.

Nicholas Latifi, Williams FW44

Nicholas Latifi, Williams FW44

Photo by: Williams

Anche i piloti di F1 si concedono una pausa e di solito effettuano un debriefing con la squadra solo il giorno successivo all'ultima gara prima della pausa estiva e adempiono a qualsiasi impegno mediatico o di marketing. Poi i piloti sono liberi di andare in vacanza e di solito tornano in fabbrica la settimana precedente la gara di ripresa del campionato per lavorare al simulatore.

Quando torna la Formula 1?

La stagione di F1 2022 riprenderà dopo la pausa estiva con il GP del Belgio a Spa-Francorchamps il 26-28 agosto, che dara il via alle ultime nove gare che si terranno nelle successive 12 settimane.

La stagione si concluderà con il GP di Abu Dhabi il 18-20 novembre.

Calendario gare F1 2022 dopo la pausa estiva

GP del Belgio - 26-28 agosto

GP d'Olanda - 2-4 settembre

GP d'Italia - 9-11 settembre

GP di Singapore - 30 settembre-2 ottobre

GP del Giappone - 7-9 ottobre

GP degli Stati Uniti - 21-23 ottobre

GP di Città del Messico - 28-30 ottobre

GP di San Paolo - 11-13 novembre

GP di Abu Dhabi - 18-20 novembre

 

 

condividi
commenti
F1 | Shovlin: "Ecco qual è il vero rammarico Mercedes a Budapest"
Articolo precedente

F1 | Shovlin: "Ecco qual è il vero rammarico Mercedes a Budapest"

Articolo successivo

F1 | Alpine spiega i motivi del mancato rinnovo di Alonso

F1 | Alpine spiega i motivi del mancato rinnovo di Alonso