Button: "Alonso non bluffa quando dice di voler tornare in Formula 1"

condividi
commenti
Button:
Valentin Khorounzhiy
Di: Valentin Khorounzhiy
19 ago 2018, 12:09

Il campione del mondo 2009 ha analizzato la situazione del suo ex compagno di team ed ha affermato che, qualora la McLaren torni rapidamente competitiva, Alonso potrebbe decidere di correre nuovamente in F1.

Dopo essere tornato alla McLaren nel 2015, Fernando Alonso ha vissuto quattro anni difficili con il team di Woking. La mancanza di competitività della vettura, soprattutto in questa stagione col passaggio alla power unit Renault, ha spinto lo spagnolo ad annunciare il suo addio alla Formula 1 al termine di quest'anno.

Alonso, in ogni caso, ha lasciato una porta aperta ad un suo eventuale ritorno al team di Woking qualora la squadra dovesse tornare nuovamente competitiva.
 
Anche Jenson Button, precedente compagno di Alonso in McLaren, ha compiuto una mossa simile a quella dell'asturiano, lasciando aperte le porte per un suo eventuale ritorno a tempo pieno in F1 ma disputando effettivamente una sola gara, il GP di Monaco, proprio in sostituzione di Alonso impegnato nella 500 Miglia di Indinapolis.
 
Button, tuttavia, si è detto convinto che la volontà di Alonso di tornare in Formula 1 non sia un bluff.
 
"Quando si prende una decisione simile entrano in gioco fattori soggettivi. Lui ha preso la stessa decisione mia lasciando aperta la porta per un eventuale ritorno nel 2020. Credo che sia la scelta migliore".
 
"Se la McLaren dovesse tornare rapidamente competitiva sono certo che Alonso correrà daccapo in Formula 1".

"Ogni pilota vuole guidare una vettura competitiva in F1. Se decidi di ritirarti è perché sei stufo dello stress di questa vita e di non avere possibilità di competere ad alti livelli".
 
Alonso ha giustificato la sua scelta affermando di trovarsi in una categoria povera di spettacolo senza addebitare alcuna colpa agli scarsi risultati della McLaren.
 
Button, che corre con Alonso nel WEC, ha invece posto la questione da un altro punto di vista.
 
"Credo che il suo commento non sia stato il massimo visto che le gare non sono assolutamente noiose. Lui corre nel WEC e l'unica lotta che deve affrontare è contro i suoi compagni di squadra...".
 
"Ad ogni modo capisco le sue sensazioni. Se lotti per la vittoria vuoi continuare a correre, ma quando sei un pluricampione del mondo e ti ritrovi a lottare a centro classifica allora è normale annoiarsi dopo un po'".
 
Button ha comunque lodato lo spagnolo definendolo come il compagno di scuderia più forte contro il quale abbia mai corso.
 
"E' stato un pilota eccezionale. Vincere due campionati del mondo e sfiorarne altri due è un qualcosa non alla portata di tutti".
 
"E' stato il mio compagno di team più forte ed ho apprezzato il tempo trascorso nello stesso team".
 
Informazioni aggiuntive di Jamie Klein
Prossimo articolo Formula 1
Abiteboul: "E' meglio standardizzare alcune componenti dei V6 per evitare presunte illegalità e aiutare la FIA!"

Previous article

Abiteboul: "E' meglio standardizzare alcune componenti dei V6 per evitare presunte illegalità e aiutare la FIA!"

Next article

Kubica: "I problemi della vettura hanno cambiato il mio ruolo alla Williams"

Kubica: "I problemi della vettura hanno cambiato il mio ruolo alla Williams"
Carica i commenti