Budkowski: "La Renault 2019 è tutta nuova, della R.S.18 abbiamo solo il servosterzo"

condividi
commenti
Budkowski:
Di:
Co-autore: Edd Straw
25 gen 2019, 11:06

La Renault ha rivelato che la sua monoposto di Formula 1 2019 ha un design completamente nuovo, sulla quale ha trasferito solamente il servosterzo della sua antenata R.S.18.

Se le nuove regole aerodinamiche, volte ad aumentare le possibilità di sorpasso, hanno costretto le squadre a ridisegnare in parte le proprio monoposto per la stagione 2019, la Renault ha optato per un approccio ancora più aggressivo nel tentativo di migliorare le proprie prestazione.

Il direttore esecutivo Marcin Budkowski ha spiegato che il tentativo di realizzare la monoposto più veloce possibile ha aumentato il livello di stress a causa della quantità di lavoro necessaria, ma ritiene che ne varrà la pena.

"E' sempre difficile realizzare una monoposto nuova, perché ci sono migliaia di componenti e l'unica che abbiamo mantenuto rispetto all'anno scorso è stata il servosterzo" ha detto Budkowski, quando gli è stato chiesto da Motorsport.com come procede la realizzazione della vettura 2019.

"Questo fa capire che tutto il resto della macchina sta cambiando e sta cambiando perché stiamo cercando di spremere fuori più prestazioni in ogni area".

"E' un grande sforzo fare tutto da zero, oltre alle modifiche imposte dai nuovi regolamenti, ma è una questione di prestazioni. Chiaramente è più stressante, perché bisogna cercare di fare tutto in tempo".

La Renault ha superato i crash test FIA obbligatori ed ha programmato di presentare la monoposto 2019 ad Enstone il 12 febbraio, prima di iniziare i test la settimana successiva.

Quando gli è stato domandato se la vettura sarà pronta per il primo test, Budkowski ha detto: "Siamo stretti, molto stretti".

"Ma se non fosse così, staremmo sbagliando, perché per definizione si cerca sempre di fare tutto il più tardi possibile per tirare fuori più prestazioni possibile prima di realizzare fisicamente le componenti e montarle sulla monoposto".

"Diciamo che speriamo di completare la macchina giusto in tempo per la presentazione ed il primo test. E' così che dovrebbe essere".

Oltre alle modifiche apportate al telaio, in casa Renault rimangono ottimisti anche per il design del nuovo motore, anche se il fattore chiave sarà l'affidabilità.

"Siamo molto ottimisti sul fronte del motore, ma vale lo stesso discorso anche per il telaio: il lavoro non è mai finito finché non si chiude il motore e si va alla prima gara" ha aggiunto Budkowski.

"E' molto promettente in termini di prestazioni, ma stiamo ancora cercando di valutarne l'affidabilità e la durata. E' un processo che è in corso a Viry".

"Stiamo ancora lavorando sui motori che inizieranno la stagione e bisogna sempre trovare un compromesso tra le prestazioni e l'affidabilità. Puoi estrarre più performance da qualsiasi motore, ma potrebbe finire per non durare il numero di gare e di sessioni di cui hai bisogno".

"Quindi dobbiamo vedere dove possiamo arrivare in termini di prestazioni senza perdere affidabilità, ma siamo ottimisti".

Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team R.S. 18

Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team R.S. 18

Photo by: Mark Sutton / Sutton Images

Articolo successivo
Novità all’Ufficio Stampa Ferrari: saluta Antonini e arriva Silvia Hoffer. Ma c'è anche un altro nome...

Articolo precedente

Novità all’Ufficio Stampa Ferrari: saluta Antonini e arriva Silvia Hoffer. Ma c'è anche un altro nome...

Articolo successivo

Gli ex impiegati della Caterham ricevono una piccola somma di denaro

Gli ex impiegati della Caterham ricevono una piccola somma di denaro
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team Renault F1 Team
Autore Jonathan Noble