Brown: "Stabilito un precedente negativo sui sorpassi"

Secondo Zak Brown, la Formula 1 ha stabilito un cattivo precedente sulle casistiche in cui i piloti devono quasi farsi da parte e lasciare passare i rivali se sono al loro fianco.

Brown: "Stabilito un precedente negativo sui sorpassi"

Secondo Zak Brown, la Formula 1 ha stabilito un cattivo precedente sulle casistiche in cui i piloti devono quasi farsi da parte e lasciare passare i rivali se sono al loro fianco.

Sulla scia della penalità inflitta a Lando Norris nel Gran Premio d'Austria dello scorso fine settimana, Brown teme che si sia aperto uno scenario che non consente più di battagliare ruota a ruota.

E teme soprattutto che se Norris avrebbe dovuto cedere il passo a Perez semplicemente perché il messicano si era affiancato a lui in ingresso di curva, allora cambiano completamente le regole d'ingaggio,

Parlando in un'intervista esclusiva rilasciata a Motorsport.tv, Brown ha detto: "Ora hanno stabilito un precedente: tutto quello che devi fare è affiancare qualcuno, poi questo deve spostarsi per te. E penso che diventerà molto difficile correre in questo modo".

Leggi anche:

Brown ha detto di non essere ancora riuscito a capire perché la manovra di Norris sia stata considerata irregolare, aggiungendo di aver parlato con molti piloti che non sono d'accordo con la posizione presa dalla FIA.

"Ho pensato che fosse una sciocchezza", ha detto. "Sono nel mondo delle corse da circa 35 anni e quando attacchi all'esterno, sicuramente nei primi giri, penso che chi attacca sia consapevole dei rischi".

"Per 50 anni abbiamo visto dei grandi duelli ruota a ruota, ma sai che provandoci così ti metti a rischio di non avere spazio in uscita di curva. Ho pensato che fosse stata una grande manovra, ferma e dura. E credo che a volte dovremmo lasciare che i piloti corrano, pur assicurandoci che stiano facendo cose sicure e che rimangano sempre entro certi limiti".

Lando Norris, McLaren MCL35M

Lando Norris, McLaren MCL35M

Photo by: Alessio Morgese

"Ma di tutti quelli con cui ho parlato, non credo che ci sia stato un solo pilota che pensi che quella non sia stata una manovra pulita, e che se hai l'intenzione di provare a passare all'esterno, sai che c'è questo rischio".

Brown pensa che ci sia stato un eccesso di regolamentazione delle corse negli ultimi anni che non sta facendo nulla per aggiungere qualcosa allo spettacolo.

"Le corse automobilistiche esistono da molto tempo e non abbiamo avuto queste sanzioni fino a poco tempo fa", ha spiegato.

"Da quello che ricordo dei miei anni in cui sono cresciuto seguendo la F1, e tutti i tipi di corse automobilistiche, le corse sono state grandiose, sono state difficili e ci sono stati incidenti".

"Ma sapete, queste penalità di cinque secondi perché non hai dato abbastanza spazio a qualcuno, non esistevano 5/10/15 anni fa, e le corse andavano bene. Quindi non sono sicuro del perché abbiamo dovuto regolare eccessivamente l'azione in pista".

"Certamente se qualcuno sta facendo qualcosa di pericoloso è giustificato, ma certamente non ho considerato quella manovra pericolosa per niente. Era solo una buona difesa".

condividi
commenti
Masi: "Il sistema di punti di penalità non verrà cambiato"

Articolo precedente

Masi: "Il sistema di punti di penalità non verrà cambiato"

Articolo successivo

Hamilton: "La lotta con Max ha riacceso l'amore per la F1"

Hamilton: "La lotta con Max ha riacceso l'amore per la F1"
Carica i commenti