Brendon Hartley riporta il #39 in griglia dopo 40 anni

Il neozelandese è pronto per il debutto in F.1 ad Austin e sulla propria Toro Rosso avrà un numero con una storia non molto fortunata per chi lo ha avuto in precedenza.

Brendon Hartley ha scelto il numero 39 da applicare sulla sua Toro Rosso per il Gran Premio degli Stati Uniti.

Il neozelandese, che debutterà ufficialmente in una gara di Formula 1 ad Austin, prenderà il posto di Carlos Sainz Jr. sulla vettura di Faenza, dopo il passaggio dello spagnolo in Renault.

C'è una curiosità legata al #39, da 40 anni assente in griglia: era dal Gran Premio di Olanda del 1976 che non veniva utilizzato da un concorrente del circus. In quella occasione fu l'idolo locale Boy Hayje a portarlo in pista sulla propria Penske PC3, con la quale occupava la 21a piazza nel momento in cui fu costretto ad alzare bandiera bianca per un guasto al cambio.

Da allora il #39 è visto come una cifra non troppo fortunata, dato che nel 1977 il numero fu scelto da Mikko Kozarowitsky (March), Ian Ashley (Hesketh) ed Héctor Rebaque (Hesketh), senza che però nessuno di loro riuscisse a qualificarsi, così come accadde l'anno seguente a Danny Ongais (Shadow).

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP degli USA
Circuito Circuito delle Americhe
Piloti Brendon Hartley
Team Toro Rosso
Articolo di tipo Ultime notizie