F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Brawn teme che tornino gli scarichi soffianti nel 2012!

Brawn teme che tornino gli scarichi soffianti nel 2012!

Il team principal della Mercedes ritiene che i divieti della FIA non servano a bandire le furbate

I dubbi cominciano ad emergere. Ross Brawn teme che le regole scritte dalla FIA per il 2012 possano presentare delle falle interpretative. Le norme non subiranno clamorose variazioni per quanto riguarda l'aspetto tecnico se si esclude il divieto di usare gli scarichi soffianti nel diffusore. Ed è proprio in questo ambito che il team principal della Mercedes GP pensa che qualcuno possa sfruttare con un'abile interpretazione regolamentare una soluzione che, almeno sulla carta, dovrebbe finire nel cestino. Brawn è un tecnico molto stimato nel sapere leggere le norme fra le righe e se è lui il primo a lanciare un messaggio neanche troppo cifrato, è segno che nel Circus c'è chi sta già lavorando a come far rientrare dalla finestra gli scarichi soffianti che sono stati messi fuori dalla porta. “Ci sarà un’altra riunione in settimana del Technical Working Group - ha ammesso Ross - perché credo che il regolamento del 2012 non sia così certo al 100% su alcuni temi. So che molti stanno lavorando per porre rimedio ad alcuni buchi interpretativi che sarebbero emersi: io temo che si rivedano gli scarichi soffianti anche il prossimo anno, magari con soluzioni strane. Un ingegnere quando acquisisce un concetto e i suoi vantaggi prova nuove soluzioni per recuperare almeno in parte quanto gli viene tolto a livello regolamentare". E non è un caso che le esternazioni di Ross Brawn arrivino proprio subito dopo che è stato svelato da Giorgio Piola su Autosprint il nuovo alettone anteriore della Mercedes Gp che sarebbe in grado di produrre un soffiaggio a freddo nella parte anteriore della monoposto con un complicato passaggio di aria dal buco del muso al profilo principale dell'ala davanti, passando per i piloni di sostegno. C'è chi l'ha chiamato F-Duct anteriore: in realtà potrebbe essere il modo per simulare anche davanti una sorta di soffiaggio che può essere utile a ridurre le turbolenze generate dalle ruote in movimento. Se provate a trasferire il concetto della Mercedes al retrotreno e davanti al buco del muso ci montate uno scarico, otterreste un sistema capace di alimentare con i gas roventi un soffiaggio degno di ripristinare la minigonna termica che si vorrebbe vietare nel 2012. Ross Brawn teme che in Red Bull Racing, in Ferrari o in McLaren ci sia chi abbia già pensato a qualche diavoleria e ha voluto dimostrare alle FIA che è possibile trovare una soluzione con un po' di fantasia. I regolamenti del prossimo anno dicono che i terminali di scarico dovranno essere ad una certa altezza, con forma circolare e dovranno soffiare verso il posteriore, ma niente vieta che a monte del tubo i progettisti disegnino la monoposto in modo tale da riportare quei flussi magici dove è più utile... E lo stesso Brawn è un maestro a spingere le regole dove interessa a lui: dopo aver sbagliato la monoposto 2011, la Casa tedesca vuole che la Stella a tre punte diventi protagonista del prossimo mondiale. Le uscite di Ross, infatti, potrebbero portare ad una redifinizione dei concetti che siano in linea con i suoi desiderata. Vale la pena ricordare che è stato proprio l'ingegnere di Manchester a studiare per la FIA le norme dell'ala mobile e non è un caso che il DRS della Mercedes sia il più copiato quest'anno perché indiscutibilmente il più efficiente! La bagarre per il 2012 è già iniziata...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola