Formula 1
09 mag
Prossimo evento tra
64 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
96 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
103 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
113 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
120 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
134 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
148 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
176 giorni
02 set
Prossimo evento tra
183 giorni
09 set
Prossimo evento tra
190 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
204 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
211 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
218 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
232 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
239 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
275 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
284 giorni

Brawn: "Per ora i primi 3 GP si fanno, ma tutto può cambiare"

Il managing director della F1 sottolinea i meriti del personale della F1, ma non dà certezze sui primi GP della stagione.

Brawn: "Per ora i primi 3 GP si fanno, ma tutto può cambiare"

Il Coronavirus ha costretto la F1 a rinviare una gara, ma, di fatto, non ha stravolto il calendario 2020. Le prime gare della stagione, Cina esclusa, si terranno regolarmente nonostante l'epidemia stia mettendo paura a tutto il mondo, motorsport compreso.

Ross Brawn, managing director della Formula 1, è tornato a parlare del Coronavirus e di come il Circus iridato ha deciso di affrontare l'emergenza che, almeno al momento, non obbligherà la F1 a saltare altri gp se non quello posticipato della Cina.

"Al momento è una sfida, stiamo tutti affrontando la sfida del Coronavirus", ha dichiarato Brawn al lancio di 188Bet, nuovo partner della F1. "Penso che la cosa fondamentale sia cercare di mantenere la F1 quanto più sicura possibile. Non possiamo correre rischi inutili, ma non possiamo nemmeno sopprimerci".

"Voglio dire, se l'intera economia si spegnesse completamente questo avrebbe un impatto molto più grave di quello del Coronavirus. Ma il Coronavirus è comunque una minaccia molto seria, per questo dobbiamo prendere le necessarie precauzioni".

Brawn ha anche affermato che la F1 continua a valutare in maniera costante le indicazioni derivanti dai governi delle singole nazioni.

"Stiamo lavorando con le autorità sanitarie locali per decidere quali debbano essere le azioni appropriate da intraprendere", ha dichiarato. "Tutti i team, ad esempio, stanno riducendo al minimo il personale che viaggia. Quindi stiamo prendendo ogni ragionevole precauzione possibile e dobbiamo seguire i consigli delle autorità sanitarie".

"Al momento le prime tre gare si svolgeranno. Ma questa è una situazione che può cambiare da un giorno all'altro. Quindi dobbiamo reagire e rispondere di conseguenza".

Brawn ha anche sottolineato di avere fiducia nelle persone della F1 che stanno lavorando per garantire che il personale del Circus possa continuare a viaggiare nonostante tutte le difficoltà a livello logistico.

"Ci sono tonnellate d'attrezzatura in movimento. Quando abbiamo rinviato il GP di Cina, per esempio, la ragione per cui abbiamo dovuto prendere la decisione in quel momento è che l'attrezzatura stava per partire e non poteva essere bloccata in alto mare".

"Quindi abbiamo dovuto prendere questa decisione e rimandare la gara. Ma abbiamo grandi persone che lavorano per noi e lo fanno da molto tempo. Sanno come affrontare queste situazioni, conoscono tutte le sfide e tutti hanno risposto in modo fantastico per cercare di fare in modo di poter fare tutte le gare".

condividi
commenti
Raikkonen su Netflix: "Correre per me è un hobby"

Articolo precedente

Raikkonen su Netflix: "Correre per me è un hobby"

Articolo successivo

La FIA istituisce un'unità di crisi per il Coronavirus

La FIA istituisce un'unità di crisi per il Coronavirus
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Giacomo Rauli