Brawn annuncia: "I weekend di gara rimarranno su 3 giorni"

condividi
commenti
Brawn annuncia: "I weekend di gara rimarranno su 3 giorni"
Di:
Co-autore: Adam Cooper
15 ott 2019, 09:29

Il boss della F1 spiega: "I promotori degli eventi non vogliono perdere le entrate del venerdì derivanti dai biglietti. Rivedremo però il format".

L'organizzazione della F1 e la FIA stanno studiando da tempo nuovi format dei fine settimana di gara per permettere al personale dei team di arrivare sui tracciati di gara più tardi di quanto non stiano facendo ora, cercando così di ridurre il fardello che peserebbe enormemente sulle spalle del personale in vista dell'aumento di gare che subiranno i prossimi calendari di Formula 1.

Tuttavia, il boss della F1 Ross Brawn ha voluto sottolineare come questi format non includeranno le Qualifiche alla domenica mattina su base permanente, nonostante molto piloti abbiano espresso un parere positivo nel fine settimana di Suzuka, in cui le prove ufficiali sono state disputate proprio la domenica mattina a causa del tifone Hagibis (poi non abbattutosi sul circuito).

Uno dei problemi chiave è legato alla volontà dei promotori degli eventi, i quali vogliono un programma intenso al venerdì per poter vendere biglietti.

"A Suzuka abbiamo assistito a una super domenica e quello, naturalmente, ha riaperto il dibattito riguardo la formula dei weekend di F1", ha dichiarato Ross Brawn sulla sua colonna. "Questo è un aspetto del motorsport su cui ci siamo concentrati in dettaglio mentre lavoriamo sulle regole che delineeranno la F1 dei prossimi anni e abbiamo preso in considerazione le parole e le richieste di tutte le figure chiave: dai piloti ai team, ma anche i fan".

"Sarò onesto, c'è stato un forte consenso, soprattutto tra gli organizzatori, per mantenere un formato di 3 giorni in pista, sebbene con un calendario differente. E' vero che un giorno come la domenica a Suzuka offre un grande spettacolo in poche ore, ma limiterebbe le gare delle serie minori nelle giornate precedenti".

"Dopo un'attenta analisi abbiamo concluso che la soluzione migliore è quella di mantenere l'evento su tre giorni, rivedendo il formato del venerdì ma lasciando intatto il resto, dunque con le Qualifiche al sabato e la gara alla domenica".

A questo punto tutti gli sforzi per aiutare il personale dei team saranno concentrati sui tempi di controllo e coprifuoco di giovedì e venerdì. "Al fine di soddisfare le esigenze dei team e per aumentare leggermente il numero di gran premi, che l'anno prossimo sarà di 22 gare, abbiamo preso in considerazione la riorganizzazione del programma in modo che team e piloti possano arrivare il giorno successivo. Parleremo dei dettagli alla fine del mese, quando verranno pubblicati i nuovi regolamenti".

I piloti hanno apprezzato molto il format su due giorni di Suzuka. Ma c'è chi invece pensa l'esatto contrario. Stiamo parlando di alcuni team principal, tra cui Gunther Steiner del team Haas F1 e Otmar Szafnauer della Racing Point.

"Penso che abbia funzionato, ma solo come soluzione a un problema", ha affermato Steiner a Motorsport.com. "Se invece si vuole proporre questa soluzione in modo permanente, direi di o". E' troppo fare Qualifiche e Gara in un giorno. Perderemmo le persone che guardano le corse o che guardano le Qualifiche".

"Se immagini la persona seduta a casa a guardare la F1 alla mattina durante il normale orario europeo, Quante domeniche pensi che possano perdere per seguire entrambe?".

"Avrebbero sovraccarico in un giorno solo e perderemmo la metà delle persone. Queste probabilmente vedrebbero solo le Qualifiche o la gara. Pochissime persone rimarrebbero a casa un giorno completo per guardare la F1 dalla mattina al pomeriggio".

Otmar Szafnauer ha aggiunto: "Personalmente penso che se finiremo per avere 22, 23 o 24 gare, sarebbe meglio per noi compattare il fine settimana tutto in 2 giorni, tra sabato e domenica. Non ho visto i contratti stipulati dalla FOM, ma continuano a dire che abbiamo bisogno di fine settimana di 3 giorni per i promotori":

Ma quanto ti guardi attorno, gli spalti al venerdì spesso non sono pieni. I fan lavorano al venerdì. I bambini vanno a scuola e il pubblico televisivo è circa un decimo rispetto a quello che abbiamo al sabato e domenica".

"Quindi, qualora dovessimo avere più gare, sarei a favore di fare l'intero fine settimana tra sabato e domenica, così i meccanici potranno avere più tempo libero e arrivare in pista più tardi. Potremmo avere un paio di sessioni di prove libere e le Qualifiche al sabato e gareggiare la domenica".

"Quello che vogliamo davvero è che i meccanici e gli ingegneri possano uscire di casa un giorno più tardi di quanto accade ora. In tal senso, risparmi 25 giorni se hai un calendario di 25 gare. E questo sarebbe significativo".

Articolo successivo
GP del Messico: Hamilton e Bottas con scelte di gomme differenti

Articolo precedente

GP del Messico: Hamilton e Bottas con scelte di gomme differenti

Articolo successivo

Video: Leclerc guida con una mano sola alla 130R, eroe o azzardo?

Video: Leclerc guida con una mano sola alla 130R, eroe o azzardo?
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Giacomo Rauli