Bottas racconta: "In chiesa all'Elba ho eliminato le negatività"

condividi
commenti
Bottas racconta: "In chiesa all'Elba ho eliminato le negatività"
Di:

Bottas torna al successo dopo diverse settimane e si riporta a -44 da Hamilton, regalando a fine gara un team radio di fuoco per tutte le persone che lo hanno criticato in questo periodo.

Valtteri Bottas è tornato alla vittoria oggi, al GP di Russia, dopo diversi mesi dalla prima della stagione arrivata alla gara d'apertura del 2020 svolta in Austria, al Red Bull Ring.

Dopo diverse settimane e critiche anche feroci, il finnico ha portato a casa un successo meritato su una pista che - e lecito sottolinearlo - ha sempre amato.

"Pensavo che la partenza sarebbe stata la mia prima opportunità, ma qualcosa, forse un'ape, mi è finita contro la visiera e ho perso visibilità. Con la mia gomma Media sapevo che avrei avuto delle chance".

"Dopo la penalità a Lewis, ci ho creduto. Ho cercato di gestire la mia gara, sapevo che avrei avuto le mie possibilità e non mollo mai. Bello tornare alla vittoria, mi mancava da un po'. Devo cercare di mantenere questo slancio, mancano ancora tante gare e io devo spingere senza mollare mai".

"Finalmente le cose sono andate per il verso giusto per me, ho avuto anche un po’ di fortuna, che ultimamente mi era mancata. Dopo il Mugello sono andato all’Isola d’Elba, ho trovato una chiesa lì e mi sono sbarazzato degli spiriti negativi. Spero nel titolo, assolutamente: sarebbe assurdo mollare a questo punto, è giusto tenere l’asticella più in alto possibile ed ambire al massimo".

Dopo la vittoria di oggi, Bottas si è sfogato in un team radio: "Agli interessati, fanc**o". Terminati i giusti festeggiamenti, Valtteri ha aggiunto: "Mi sembrava un buon momento per ringraziare chi mi critica. I risultati di quest'anno non sono dovuti alla pressione. Onestamente però non capisco chi critica le persone. Io non rinuncerò mai. Volevo dedicare a loro i miei migliori auguri".

"Spero sempre di incoraggiare le persone a non arrendersi, perché è il più grande errore che si possa fare nella vita. Sabato per me è stata dura, ma non mi sono arreso. Ho visto i punti positivi della situazione e sapevo che avrei potuto avere delle opportunità. E oggi sono arrivate".

Retroscena Mercedes: Hamilton indotto all'errore da "Bono"

Articolo precedente

Retroscena Mercedes: Hamilton indotto all'errore da "Bono"

Articolo successivo

Binotto: "Ferrari: un passo nella giusta direzione"

Binotto: "Ferrari: un passo nella giusta direzione"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Russia
Sotto-evento Post-gara
Piloti Valtteri Bottas
Team Mercedes
Autore Giacomo Rauli