Bottas fulmine a Monza: "Ora sono sereno". Ma Hamilton sorride

Le Mercedes volano a prendersi la prima fila della Sprint Qualifying, con il finlandese che precede l'inglese, il quale è comunque contento di essersi tenuto dietro Verstappen.

Bottas fulmine a Monza: "Ora sono sereno". Ma Hamilton sorride

Prima fila tutta Mercedes a Monza per il via della Sprint Qualifying di sabato che deciderà la griglia di partenza del Gran Premio d'Italia.

Nella Qualifica del venerdì sera, Valtteri Bottas ha battuto il compagno di squadra Lewis Hamilton in una bagarre settatissima per la conquista della prima casella dello schieramento della 'garetta', seconda della stagione 2021 di F1 dopo quella disputata a Silverstone.

Il finlandese, alleggerito moralmente da ogni dubbio sul suo futuro grazie alla firma per il prossimo anno con la Sauber-Alfa Romeo, è stato un fulmine in Brianza realizzando all'ultimo tentativo della Q3 il crono che gli consente di stare davanti al Campione del Mondo in carica.

"Ho fatto un buon ultimo giro ed è sempre bello quando sei a tuo agio, potendo prendere pure una scia. Direi che mi sono divertito, è stata una tornata stupenda", ha detto Bottas.

"La macchina è stata ottima, avevamo notato che c'era un po' di vantaggio nei confronti delle Red Bull in termini di passo, ma forse siamo stati anche più forti del previsto, per cui mi auguro sia così anche in gara".

Il problema per Bottas è che, indipendentemente dal risultato della Sprint Qualifying, domenica dovrà arretrare in fondo al gruppo per aver montato la quarta power unit dell'anno.

"Domani parto davanti e voglio ottenere il massimo come piazzamento, per poi fare il miglior lavoro possibile domenica, dove invece sarò in fondo cercando di rimontare. Intanto il fine settimana è iniziato bene e sono felice, c'è la possibilità di prendere comunque buoni punti lottando".

Infine una battuta sulla stagione che verrà e sul cambio di casacca che, per quanto visto nelle ultime due settimane, lo ha alleggerito di non poche pressioni.

"Il mio futuro ora è deciso, per cui sono rilassato, quindi chiaramente c'è grande soddisfazione per il lavoro di oggi. Ovviamente l'anno prossimo ci saranno cose nuove ed entusiasmanti per me, non vedo l'ora ci scoprirle. Ma per ora voglio mantenere la concentrazione per la Sprint Qualifying di domani, visto che il passo è davvero buono, per cui voglio sfruttarlo".

Dal canto suo, Hamilton ha fatto ciò che era più importante, ossia stare davanti al suo rivale diretto Max Verstappen, che scatterà terzo domani. Per il britannico non c'è delusione, ammettendo che il suo collega finnico è andato più forte di lui oggi.

"Debbo fare i complimenti a Valtteri perché ha fatto un grandissimo giro. Onestamente mi sentivo a posto e pareva che tutto andasse bene, ma all'ultimo giro è stato più veloce di me e si è meritato il primo posto, non sono riuscito a batterlo. Per il team è comunque un ottimo risultato", afferma l'inglese, che ragiona in ottica campionato.

"Quest'anno abbiamo perso tanti punti, sia da una parte che dall'altra. In questo campionato ogni punto conta e le Sprint Qualifying possono aiutarci a stare davanti, per cui dovremo capitalizzare al massimo la posizione che occupiamo domani in griglia".

condividi
commenti
Verstappen: "In gara possiamo essere più vicini alle Mercedes"
Articolo precedente

Verstappen: "In gara possiamo essere più vicini alle Mercedes"

Articolo successivo

Chinchero: "A Monza la rivincita di chi era in difficoltà"

Chinchero: "A Monza la rivincita di chi era in difficoltà"
Carica i commenti