Bottas: "È difficile da accettare, però capisco le ragioni della Mercedes"

condividi
commenti
Bottas:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
30 set 2018, 15:40

Il finlandese era davvero abbattuto per essere stato costretto a cedere una vittoria praticamente certa al compagno Hamilton: "Siamo tutti qui perché vogliamo vincere..."

Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1 W09 e Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 W09, al comando alla partenza
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, sul podio, con lo champagne
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W09 precede Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Podio: il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, e il secondo classificato Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1

Valtteri Bottas era letteralmente distrutto alla fine del GP di Russia. Il pilota della Mercedes ha concluso al secondo posto, alle spalle della vettura gemella di Lewis Hamilton, ma oggi ha visto andare in fumo un'occasione veramente ghiotta per andare a caccia della sua prima vittoria stagionale quando la squadra di Brackley gli ha chiesto di dare strada a Lewis. 

Leggi anche:

Nonostante fosse letteralmente nero in volto, il pilota finlandese ha trovato la forza di prendere la cosa con filosofia quando si è presentato ai microfoni di Sky Sport F1 HD: "E' stato difficile, non me l'aspettavo. Era tutto sotto controllo, poi è arrivata questa chiamata dal muretto. E' difficile da accettare però capisco le ragioni del team ed il loro punto di vista. Fa parte del gioco". 

Nel finale della gara ha mandato un messaggio che sembrava quasi una richiesta di riavere la posizione indietro, visto che la minaccia della Ferrari di Sebastian Vettel non era più concreta alle spalle delle due Mercedes.

Valtteri però ha chiarito che non era così: "No, non mi aspettavo nulla. Stavo solo domandando quale fosse il programma, perché tutto deve avere un senso per il team e deve essere una loro decisione". 

Leggi anche:

Quando poi gli è stato domandato quanto sia difficile accettare questa situazione per lui, ha concluso: "Alla fine siamo tutti qui perché vogliamo vincere le gare. Volevo vincere anche io e oggi non ho potuto farlo. E' un peccato, ma sono cose che succedono". 

 
Prossimo articolo Formula 1
Vettel: "Il sorpasso di Hamilton? Mi ha sorpreso, non l'avevo visto negli specchietti"

Articolo precedente

Vettel: "Il sorpasso di Hamilton? Mi ha sorpreso, non l'avevo visto negli specchietti"

Articolo successivo

Wolff: "L'ordine di scuderia? Infelice, ma dovevamo proteggere Hamilton da Vettel"

Wolff: "L'ordine di scuderia? Infelice, ma dovevamo proteggere Hamilton da Vettel"
Carica i commenti