Formula 1
30 apr
-
03 mag
Canceled
21 mag
-
24 mag
Canceled
04 giu
-
07 giu
Postponed
11 giu
-
14 giu
Postponed
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
104 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
146 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
160 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
174 giorni

Bottas: "A Monaco ho sempre faticato, ora voglio invertire la tendenza!"

condividi
commenti
Bottas: "A Monaco ho sempre faticato, ora voglio invertire la tendenza!"
Di:
22 mag 2019, 14:52

Il pilota della Mercedes ha sostituito Hamilton in conferenza stampa e in questo weekend ha il chiaro obiettivo di vincere il Gran Premio di Monaco e tornare in testa al Mondiale.

"Ho visto Lewis oggi, per lui è tutto normale. Ho visto solo che è stata fatta la richiesta di sostituzione in conferenza stampa e nulla di più. A me sembrava stesse bene". Valtteri Bottas è stato a sorpresa tra i protagonisti della conferenza stampa piloti che apre il Gran Premio di Monaco, sesto appuntamento del Mondiale 2019 di Formula 1.

Il finnico della Mercedes ha preso il posto del compagno di squadra Lewis Hamilton, sostituito proprio all'ultimo minuto dopo la recente scomparsa di Niki Lauda, amico stretto del 5 volte campione del mondo in carica del team di Brackley.

Bottas è comunque all'altezza di Hamilton, specialmente dopo lo splendido inizio di stagione che lo ha portato a essere a pochi punti dalla vetta del Mondiale, sfoderando prestazioni di alto livello nelle prime 5 gare della stagione. In questo weekend avrà inoltre l'occasione di provare a ottenere un risultato eccellente sul tracciato cittadino del Principato, sino a ora rivelatosi un vero e proprio tabu da quando corre nella massima serie a ruote scoperte del motorsport.

Leggi anche:

"E' vero, in passato a Monaco non ho fatto grandi cose, ma il mio obiettivo è invertire la tendenza. L'inizio di stagione è stato molto promettente ma dobbiamo ricordarci che Monte-Carlo è un tracciato unico. Ha esigenze diverse rispetto alla monoposto, bisogna fare cose differenti rispetto al solito per essere veloci. In passato qui abbiamo faticato un po', nonostante fossimo i più competitivi in altre piste. Siamo molto motivati per cambiare le cose ed esprimerci al massimo anche qui. Le mie sensazioni sono simili a quelle di Leclerc, perché anche io vivo qui, per cui sarà una gara piuttosto speciale anche per me".

Se Hamilton ha patito molto la perdita di Niki Lauda, anche Bottas ha voluto ricordare il presidente non esecutivo della Mercedes, che è stato parte integrante dei successi ottenuti dalla Mercedes nelle ultime 5 stagioni. "Niki era sempre divertente, con tanto senso dell'umorismo. Era diretto e diceva sempre le cose come stavano. Senza girare in torno alla questione. La cosa che ricorderò sempre erano le congratulazioni che mi faceva quando vincevo. Si vedeva proprio che era felice".

"Però soprattutto quando facevo brutte gare o nei momenti difficili, era sempre lì pronto per parlare con me, di tutto, per darmi il suo sostegno. Aveva una grande esperienza come pilota, ma anche di vita. Sapeva che ci potevano essere contrattempi, ma sapeva anche che poteva darmi una mano per migliorare. In questo senso è sempre stato una grande motivazione per me e mi ha aiutato tantissimo".

Due settimane or sono, Bottas ha firmato la pole del GP di Spagna, a Barcellona, per poi perdere la vetta della corsa (e il Gran Premio) dopo una brutta partenza. Il team ha analizzato dati e componenti, individuando il problema. Valtteri è convinto che questo non si ripeterà più.

"Abbiamo esaminato la partenza di Barcellona sia io che il team, abbiamo compreso la causa del problema. Il guaio sicuramente è stato dovuto alla frizione, ma anche ad alcuni parametri del controllo d'aderenza che hanno creato una situazione piuttosto sfortunata per quanto mi riguarda, un'esitazione che ha portato a una variazione nel rapporto tra frizione e coppia. Cercheremo di impedire che questa situazione si ripeta, ma è giunto il momento di girare pagina".

Articolo successivo
Leclerc: "Nei test abbiamo capito alcune cose, ma non da colmare il gap con la Mercedes"

Articolo precedente

Leclerc: "Nei test abbiamo capito alcune cose, ma non da colmare il gap con la Mercedes"

Articolo successivo

Verstappen: "L'errore dell'anno scorso a Monaco è uno di quelli che mi hanno fatto crescere"

Verstappen: "L'errore dell'anno scorso a Monaco è uno di quelli che mi hanno fatto crescere"
Carica i commenti