Bobbi: "Ferrari, qualifica sacrificata per una gara d'attacco"
Prime

Bobbi: "Ferrari, qualifica sacrificata per una gara d'attacco"

Di:
Co-autore:
Marco Congiu

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano le qualifiche del Gran Premio d'Austria di Formula 1. Max Verstappen ha conquistato la pole, nonostante un ultimo tentativo caratterizzato da qualche sbavatura. Lewis Hamilton, invece, è solo quarto. Le Ferrari sono addirittura out dalla Top10, ma a Maranello hanno lavorato in ottica passo gara

Il sabato del Gran premio d'Austria incorona Max Verstappen e la Red Bull: l'olandese, forte di un abbraccio incredibile del pubblico accorso numerosissimo sulle tribune della Stiria, conquista la sua terza pole consecutiva in stagione davanti a Lando Norris ed al compagno di team Sergio Perez.

In difficoltà la Mercedes: Lewis Hamilton è solo quarto, con Bottas quinto. I piloti della W12 hanno completato giri puliti ed efficaci, ma la loro vettura ha un conclamato limite di 3 decimi su questo tracciato nei confronti della Red Bull.

condividi
commenti

Mercedes: per arginare la Red Bull si spremono le power unit

La squadra di Brackley non ha aggiornamenti tecnici da contrapporre alle evoluzioni continue della Red Bull sulla RB16B, ma non rinuncia a lottare per i due titoli mondiali: i motoristi della Stella hanno deciso di prendere dei rischi sulla power unit alzando l'overboost del turbo e estremizzando le stretegie dell'ibrido, visto che smarcheranno un quarto motore anche per Hamilton.

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Alfa Romeo: solo la super licenza separa Zhou dal contratto

Il team di Hinwil punterà sul pilota cinese da affiancare a Valtteri Bottas nella stagione 2022, ma lo staff diretto da Vasseur è costretto ad aspettare che il giovane asiatico sommi i punti FIA che gli consentiranno di conseguire la super licenza. Se così fosse il destino di Antonio Giovinazzi con il "biscione" sarebbe segnato a prescindere dai risultati del pugliese che meriterebbe il rinnovo.

Formula 1
18 set 2021

Calendario F1 2022: ecco perché non c'è (ancora) Imola

Il promotore del campionato F1 ha stilato una lista di 22 appuntamenti per il prossimo anno che comprende tutti i GP che hanno un contratto valido e non include la gara dell'Enzo e Dino Ferrari. Non si tratta di una bocciatura del secondo GP italiano, ma quasi sicuramente la riserva emiliana verrà ripescata a titolare perché sono diverse le date in discussione per gli effetti del COVID-19 o per questioni finanziarie.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021

Ghini: "La F1 2026 apre una finestra sul futuro"

In questa nuova puntata del Candido di Motorsport.com, Franco Nugnes e Antonio Ghini commentano i fatti che hanno caratterizzato il Gran Premio d'Italia, dentro e fuori la pista, fino ad arrivare al tema delle motorizzazioni, slittate di un anno, al 2026. Si tratta di una sfida... impattante?

Formula 1
18 set 2021

Horner: "Il pit lento di Max frutto delle nuove direttive"

Il team principal della Red Bull ha spiegato come il pit lento di Monza, che ha fatto retrocedere Verstappen alle spalle di Hamilton, sia dipeso da un errore provocato dalle nuove direttive FIA.

Formula 1
17 set 2021
Sainz: "Domani l'obiettivo è chiudere alle spalle di Norris"

Articolo precedente

Sainz: "Domani l'obiettivo è chiudere alle spalle di Norris"

Articolo successivo

Verstappen pole amara: "Non felice per come è arrivata"

Verstappen pole amara: "Non felice per come è arrivata"
Carica i commenti