Binotto: "Scelta corretta sacrificare daccapo la qualifica"

Il team principal della Ferrari ha esaltato la gara di Sainz, chiusa al quinto posto grazie ad una scelta strategica azzardata, ed ha evidenziato come la corsa di Leclerc sia stata rovinata dal comportamento di Perez.

Binotto: "Scelta corretta sacrificare daccapo la qualifica"

Il secondo appuntamento austriaco è andato in archivio e per la Ferrari, ancora una volta, il bicchiere e mezzo pieno. Se la scorsa settimana il team di Maranello era riuscito a mettere una pezza chiudendo in sesta e settima piazza con Carlos Sainz e Charles Leclerc, oggi la scuderia diretta da Mattia Binotto è riuscita solo con lo spagnolo ad ottenere un risultato degno di nota.

Ieri si era deciso di sacrificare la qualifica, e non provare il passaggio del Q2 con le rosse, per puntare ad una gara in rimonta, ma l’obiettivo è stato centrato solo da Sainz, mentre Leclerc ha trovato in Perez un ostacolo insormontabile che ha rovinato i piani originari.

Il team del Cavallino ha deciso di diversificare le strategie tra i suoi piloti potendo scegliere quali gomme montare prima del via. Leclerc è così scattato con le medie, mentre Sainz ha montato le hard ritardando così la sosta obbligatoria.

La scelta si è rivelata corretta per lo spagnolo che alla fine è transitato sotto il traguardo in quinta posizione, complice anche la doppia penalità rimediata dal messicano, mentre Leclerc non è riuscito a fare meglio dell’ottavo posto.

Mattia Binotto, intervenuto ai microfoni di Sky Sport F1 HD, ha commentato la gara dei suoi due piloti ed ovviamente non si è potuto esimere dal commentare la difesa oltre il limite del pilota della Red Bull che ha pregiudicato la gara di Leclerc.

“La quinta posizione credo che sia un risultato che rispecchi il nostro valore in questo weekend. Peccato per Charles perché avrebbe potuto ottenere una posizione migliore, ma quando ha provato ad attaccare Perez si è trovato in una situazione scorretta”.

Binotto ha poi difeso il team per la scelta di non provare il passaggio del Q2 con le gomme rosse. Avere la possibilità di non adottare le mescole più tenere ha pagato ed il team ha potuto anche diversificare le strategie tra i suoi due portacolori.

“La scelta di ieri in qualifica si è rivelata ancora una volta corretta perché ci ha permesso di fare una gara per puntare al quinto posto”.

“Grazie alla strategia differenziata ci siamo messi in una condizione tale da consentire ad almeno uno dei due piloti di poter fare un buon risultato. Carlos ha gestito bene le hard all’inizio, mentre Charles ha spinto al momento giusto”.

Al termine della tripletta di gare consecutive la Ferrari lascia l’Austria con un ritardo dalla McLaren nel Costruttori di 19 punti. Binotto ha sottolineato come il team fosse consapevole delle difficoltà che il team avrebbe affrontato al Red Bull Ring e si è detto comunque soddisfatto di aver limitato i danni a Spielberg dopo la debacle del Paul Ricard.

“La nostra vettura è quella della prima gara in Bahrain, noi siamo concentrati sulla prossima stagione. Siamo consapevoli che paghiamo un gap di potenza sul rettilineo rispetto ai nostri avversari, ma credo che potremo fare una buona stagione. Ci sono state piste dove le nostre prestazioni sono state superiori a quelle della McLaren”.

“Sapevamo che l’Austria era una pista favorevole alla McLaren e non a noi ed abbiamo chiuso questa doppia trasferta con un ritardo di 3 punti complessivi. Non è un bilancio drammatico”.

Il prossimo appuntamento di Silverstone si preannuncia altrettanto impegnativo per la SF21. Su un tracciato front limited che dovrebbe evidenziare le carenze del progetto 2021 il team di Maranello sarà costretto a giocare ancora una volta in difesa per poi essere pronto a rispondere in Ungheria ai primi di agosto.

“Silverstone sarà una trasferta molto difficile per via dell’usura dell’anteriore. Potremo vedere una situazione simile a quella affrontata in Francia, ma cercheremo di effettuare delle scelte differenti rispetto a quelle del Paul Ricard, mentre in Ungheria potremmo trovarci meglio, specie in qualifica. La gara potrebbe essere complicata per l’usura gomme, ma abbiamo tempo per prepararci”.

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
1/22

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
2/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
3/22

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

George Russell, Williams FW43B, Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21, e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41
George Russell, Williams FW43B, Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21, e Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C41
4/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
5/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
6/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21, Lando Norris, McLaren MCL35M
Charles Leclerc, Ferrari SF21, Lando Norris, McLaren MCL35M
7/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
8/22

Foto di: Erik Junius

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
9/22

Foto di: Alessio Morgese

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
10/22

Foto di: Erik Junius

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
11/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
12/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
13/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
14/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
15/22

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
16/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Carlos Sainz Jr., Ferrari
Carlos Sainz Jr., Ferrari
17/22

Foto di: Alessio Morgese

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
18/22

Foto di: Alessio Morgese

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
19/22

Foto di: Alessio Morgese

Charles Leclerc, Ferrari SF21
Charles Leclerc, Ferrari SF21
20/22

Foto di: Alessio Morgese

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21
21/22

Foto di: Alessio Morgese

Charles Leclerc, Ferrari
Charles Leclerc, Ferrari
22/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condividi
commenti
F1, GP Austria: 8 piloti sotto indagine nel post gara!
Articolo precedente

F1, GP Austria: 8 piloti sotto indagine nel post gara!

Articolo successivo

Fotogallery F1: Verstappen concede il bis in Austria

Fotogallery F1: Verstappen concede il bis in Austria
Carica i commenti