Binotto: "Qualifica deludente, inutile nasconderlo"

condividi
commenti
Binotto: "Qualifica deludente, inutile nasconderlo"
Di:
4 lug 2020, 17:09

Mattia Binotto, team principal della Ferrari, non si nasconde dietro un dito e parla delle Qualifiche del Red Bull Ring definendole deludenti. Ora il team dovrà limitare i danni domani in gara.

"Una qualifica deludente, inutile nascondercelo". Mattia Binotto, team principal della Ferrari, non usa mezze misure per descrivere le Qualifiche del Gran premio d'Austria, primo appuntamento del Mondiale 2020 di Formula 1 iniziato dalla Scuderia di Maranello nel peggiore dei modi.

Dopo le due sessioni di test del Montmelo, Binotto e la gestione Sportiva erano consapevoli di andare incontro a un avvio di stagione difficile. E oggi i risultati hanno confermato le aspettative dei vertici del team.

"Sapevamo che sarebbe stato un inizio di stagione difficile e il risultato di oggi ne è una conferma, anche oltre le aspettative. Dobbiamo analizzare bene ogni dettaglio della prestazione e confrontarla con la concorrenza, cercando di capire il perché di questo gap".

Leggi anche:

"Ora dobbiamo preparare al meglio la gara di domani: sarà lunga e ricca di incognite, ancora più del solito essendo la prima di questa anomala stagione. Dovremo eseguire il nostro lavoro nella miglior maniera possibile, cercando di tirare fuori il massimo dal pacchetto che abbiamo a disposizione qui. Inutile dare un obiettivo in termini di piazzamento: dobbiamo portare a casa il massimo di punti possibili".

Unica nota dolce per la Ferrari in un pomeriggio che definire amaro sarebbe forse poco corretto, il grande risultato ottenuto questo pomeriggio da tre membri della Ferrari Driver Academy. Ilott, Armstrong e Shwartzman hanno monopolizzato il podio della gara d'apertura della FIA Formula 2.

"Infine, una nota positiva in questo sabato di Spielberg viene dai nostri ragazzi della Ferrari Driver Academy: una tripletta nella prima gara della stagione di F2 è davvero fantastica, considerato che sul podio ci sono andati due debuttanti come Marcus Armstrong e Robert Shwartzman. Complimenti a loro e, soprattutto, a Callum Ilott, al suo primo successo in questa categoria così competitiva, ma anche a Giuliano Alesi, che è stato autore di una bella rimonta, e Mick Schumacher che ha lottato per la vittoria per due terzi di gara".

Norris: "Non avrei mai creduto di battere Racing Point e Ferrari"

Articolo precedente

Norris: "Non avrei mai creduto di battere Racing Point e Ferrari"

Articolo successivo

Fotogallery F1: le qualifiche del Gran Premio d'Austria

Fotogallery F1: le qualifiche del Gran Premio d'Austria
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Austria
Sotto-evento Qualifiche
Team Ferrari Races Acquista adesso
Autore Giacomo Rauli